menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La bomba a Salerno

La bomba a Salerno

Terrorismo e immigrazione: spuntano finte bombe nelle piazze salernitane

Dura protesta di Forza Nuova contro lo "Ius Soli" e la politica europea: "I terroristi di Bruxelles - tuona il segretario Fiori - non sono i profughi di oggi ma sono figli e nipoti degli immigrati giunti in Europa decenni fa"

Nella giornata di ieri tutte le sezioni italiane di Forza Nuova sono entrate in azione per portare l’attenzione sugli effetti dello Ius soli alla società europea, attuando un flash mob in cui è stata collocata un’enorme bomba di cartapesta nella principale piazza delle città interessate. L’iniziativa ha coinvolto anche la provincia di Salerno. Le finte bombe, infatti, sono state posizionate in Piazza San Francesco nel capoluogo, in piazza della Repubblica, a Battipaglia, e in piazza Sant’Alfonso a Pagani.

“I terroristi di Bruxelles non sono i profughi di oggi ma sono figli e nipoti degli immigrati giunti in Europa decenni fa — dichiara Roberto Fiore, segretario nazionale del movimento, — questo evidenzia un problema culturale, l’integrazione fantasticata dalle sinistre e dai partiti liberali è fallita. Mette in luce, inoltre, un problema pratico urgentissimo: essendo fallita l’integrazione sono fallimentari e dannose le leggi fatte, e che vorrebbero farsi, per imporla a tutti i costi”. Per Fiore “Forza Nuova ribadisce ancora una volta la necessità di rivoluzionare l’approccio al problema dei flussi migratori e di conseguenza l’impianto legislativo. È necessario chiudere le frontiere, rimpatriare tutti i clandestini, sostenere con strutture economiche e finanziarie la rimpatrio degli ospiti, inoltre difendere e ripristinare lo Ius sanguinis nei paesi europei”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento