Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Fisciano, l'Unisa differenzia al 20%: il Comune aumenta la tariffa sui rifiuti

Ad annunciarlo è stato il sindaco Vincenzo Sessa a margine dell'ultimo consiglio comunale: "I cittadini di Fisciano non possono continuare a pagare anche per chi non differenzia"

L'università

“L'università degli studi di Salerno raggiunge una percentuale di raccolta differenziata di poco superiore al 20%. I cittadini di Fisciano non possono continuare a pagare anche per chi non differenzia: dal 2017 il Comune adotterà tariffe più alte nei confronti dell'Ateneo, in chiara discontinuità con il passato”. E' quanto dichiarato dal sindaco Vincenzo Sessa che, nel pomeriggio di oggi, nel corso dell'ultima seduta del consiglio comunale, ha incassato l'ok per le nuove tariffe riguardanti la gestione del ciclo dei rifiuti solidi urbani.

Al centro della discussione la bassa percentuale di raccolta differenziata ottenuta dall'ateneo salernitano che, in base alla relazione tecnica elaborata dai vertici della Fisciano Sviluppo, produce enormi quantitativi di indifferenziato che hanno inciso, negli anni passati, sui costi di gestione del comune di Fisciano. Con la deliberazione del consiglio comunale, dal 2017 per l'università degli studi di Salerno arriverà una tariffa molto più alta rispetto agli anni passati. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fisciano, l'Unisa differenzia al 20%: il Comune aumenta la tariffa sui rifiuti

SalernoToday è in caricamento