menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fisciano, copia l'esame per diventare avvocato: finisce a processo

M.R. , 36enne di Nocera Inferiore, è atteso da un processo per aver violato l’articolo 1 della legge 475 del 1925

Va a processo per aver copiato durante l’esame valido per diventare avvocato. Lui è M.R. , 36enne di Nocera Inferiore, atteso da un processo per aver violato l’articolo 1 della legge 475 del 1925. Per capirci, quella che sanziona chi si attribuisce lavori altrui per il conferimento di lauree, diplomi e titoli. Sarà il giudice monocratico a celebrare il processo, dopo l’opposizione ad un decreto penale di condanna firmato dalla procura nocerina. Sullo sfondo la sessione d’esame svolta a Fisciano per l’abilitazione alla pratica forense, datata 15 dicembre 2015.

La segnalazione da Brescia

A correggere gli elaborati fu la Corte d’Appello di Brescia. Quasi 1000 furono i partecipanti. Nello specifico delle accuse, il candidato avrebbe riportato i contenuti di due articoli pubblicati su due siti web differenti. Parti della prova «integralmente copiati», presi da fonti quali "Diritto.it" e "easyius.it". L’inizio del processo è stato fissato per il prossimo 29 marzo, dinanzi al giudice Raffaele Donnarumma. Furono sessanta le posizioni finite nel mirino dei magistrati che ebbero il compito di correggere gli elaboratori. L’incartamento finale, comprensivo di segnalazioni, fu inviato prima alla Procura di Salerno e poi a quella di Nocera Inferiore, competente per territorio. Molti di quelli che avevano sostenuto la prova scelsero il dibattimento per difendersi. Altri, invece, accettarono la penale stabilita per legge dalla Procura. In un caso fu dimostrato che l’aver copiato non condizionò l’elaborato del candidato, che ottenne il proscioglimento.    

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento