Rapinava e picchiava i trans in casa: 45enne non potrà tornare più in Campania

Ad incastrarlo, durante la seconda rapina, le immagini registrate da una telecamera. L'uomo, originario della Calabria, non potrà più ritornare in territorio campano

Un 45enne residente a Fisciano, ma originario della Calabria, è stato denunciato, questa mattina, con l’accusa di rapine e lesioni personali.

Le due rapine

L’uomo, infatti, nei mesi di ottobre e novembre, ha rapinato, in due diverse occasioni, due transessuali presso le loro abitazioni, situate sempre nel comune della Valle dell’Irno. Ad incastrarlo, durante la seconda rapina, le immagini registrate da una telecamera presente all’interno della casa del trans rapinato, al quale sottrasse 300 euro e un telefonino. Le indagini svolte dai carabinieri hanno consentito di rappresentare alla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore i gravi indizi di colpevolezza accertati nei confronti del 45enne. Il pubblico ministero ha richiesto la misura cautelare in carcere, ma il Gip ha disposto il divieto di permanenza nel territorio campano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

Torna su
SalernoToday è in caricamento