Covid-19, flash-mob degli avvocati davanti alla Cittadella Giudiziaria

Gli avvocati: "Con il covid la giustizia è ferma dal 6 marzo e forse occorrerà attendere settembre per farla riprendere, ma la giustizia deve ripartire"

Si è tenuto stamattina il flash-mob degli avvocati salernitani davanti alla Cittadella Giudiziaria di Salerno. Con il covid la Giustizia è ferma dal 6 marzo e, mentre molti settori si riavviano, agli avvocati la ripresa è ancora preclusa: questa la ragione della manifestazione.

La protesta

In toga e con il codice tra le mani hanno intonato l'inno di Mameli, per chiedere la fine della quarantena dell'attività forense. "E' giunto il momento di consentire anche a noi avvocati di esercitare la nostra professione come è stato fatto per tutte le altre categorie", hanno ribadito alcuni partecipanti del falsh-mob “Giustizia sospesa” che hanno sottoscritto anche un documento con tutte le criticità e le difficoltà del periodo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salerno si stringe attorno a Carmine Novella, il Capitano ringrazia e promette: "Lotterò a testa alta"

  • Sviene quattro volte in un giorno e gira tre ospedali, poi il decesso: indagati 2 medici

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Covid-19: muore un 34enne ad Agropoli, nuovi casi a Caggiano e Pagani

  • Sangue in strada: accoltellamento a Pastena, fermato un uomo

Torna su
SalernoToday è in caricamento