rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Cronaca Eboli

Foce Sele: beccati padre e figlio mentre cacciavano in area protetta

C.L. è stato subito fermato e identificato, mentre il figlio che al momento era poco distante, resosi conto di quanto stava accadendo, ha tentato di scappare

Colti sul fatto due cacciatori di Cava de Tirreni, denunciati ieri mattina alle autorità giudiziarie dagli agenti della sezione provinciale di ItalCaccia. I due, infatti, sono stati sorpresi nell'oasi protetta nei pressi del fiume Sele, ad Eboli.

Si trattava di C.L del '64 e G. L. del '94, padre e figlio che sono stati scoperti mentre si accingevano a cacciare nei pressi del fiume Sele, riserva naturale e zona vietata alla caccia. C.L. è stato subito fermato e identificato, mentre il figlio che al momento era poco distante, resosi conto di quanto stava accadendo, ha tentato di scappare.

Rincorso, raggiunto e accompagnato in caserma insieme al padre, ad ogni modo, il giovane. Preziosa la collaborazione degli agenti dell'ItalCaccia, Carmine Del Prete, Carlo Lamberti e Gianluca De Santis. L'operazione è stata portata a termine in collaborazione con la stazione di Borgo Carillia: entrambi gli uomini che erano in possesso di porto d'armi, saranno multati con una sanzione pecuniaria oltre alla denuncia penale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foce Sele: beccati padre e figlio mentre cacciavano in area protetta

SalernoToday è in caricamento