rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Cronaca Buccino

Fonderie Pisano a Buccino, l'associazione Radici: "Fermare questo progetto scellerato"

L'intervento del presidente Cocozza: "Confidiamo nei dirigenti regionali e nella politica regionale affinché si attivino per scongiurare questo scempio"

L’associazione Radici interviene dopo l’avvio dell’iter per la delocalizzazione delle Fonderie Pisano a Buccino. Il presidente dell’associazione, Carmine Cocozza, chiede agli attori del territorio di inviare le loro osservazioni “che sottolineino il potenziale danno di un intervento di questo tipo”.

Posti di lavoro in più

Sui posti di lavoro in più previsti, circa 30, il presidente è critico:  “Solo apparenza. Se anche tali numeri fossero veritieri, occorre sottolineare che la dislocazione delle Fonderie Pisano comporterebbe – a nostro avviso – la perdita di migliaia di posti di lavoro nel settore dell’agricoltura, della ristorazione e del turismo". Sul fronte strettamente ambientale della vicenda il presidente aggiunge: "Noi continuiamo a sostenere con forza che l’insediamento di industrie siderurgiche pesanti rappresenti un vero e proprio oltraggio alla reale vocazione del nostro territorio, ed un danno forse irreparabile all’ambiente.  Qualcuno si è accorto – ad esempio - che l’area industriale di Buccino sorge in gran parte su un’area fluviale? Noi continueremo a seguire con grande attenzione la vicenda e confidiamo nei dirigenti regionali e nella politica regionale affinché si attivino per scongiurare la realizzazione di tale scellerato progetto”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fonderie Pisano a Buccino, l'associazione Radici: "Fermare questo progetto scellerato"

SalernoToday è in caricamento