menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una protesta

Una protesta

Fonderie Pisano, gli attivisti alzano il tiro: "Pronti ad occupare i seggi"

Intanto domani scadranno i 15 giorni che la Regione ha dato alle fonderie per consegnare le controdeduzioni sulle ultime prescrizioni individuate nell'avvio della procedura di sospensione delle attività

Si inasprisce la polemica tra il comitato “Salute e Vita” e le istituzioni locali sul futuro delle Fonderie Pisano. Il braccio di ferro e sulla delocalizzazione delle Fonderie Pisano, che, nonostante le promesse, continuano la loro attività nel quartiere Fratte. Il prossimo weekend di preannuncia di fuoco. Sabato 14 si partirà con il corteo #AriaNuova 2.0 che dalla stazione si snoderà per le vie del centro fino ad arrivare davanti al palazzo della Prefettura in piazza Amendola. Domenica 15, invece, spazio alla musica e al confronto in piazza per il “Concerto no veleni 2.0” dove gruppi musicali emergenti e attivisti incontreranno la cittadinanza in piazza Eroi di Nassiriya nella frazione di Coperchia di Pellezzano.

Gli attivisti del comitato annunciano battaglia dicendosi anche pronti ad occupare i seggi nel caso in cui, entro le elezioni amministrative del 5 giugno, non verrà trovata una soluzione definitiva sul futuro dello storico stabilimento salernitano. Intanto domani scadranno i 15 giorni che la Regione ha dato alle fonderie per consegnare le controdeduzioni sulle ultime prescrizioni individuate nell’avvio della procedura di sospensione delle attività. In caso di rigetto, sarà attivato l’iter per l’interruzione della produzione.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento