menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
De Luca

De Luca

Fonderie Pisano, De Luca: "Sì alla delocalizzazione, ma rispetto per le maestranze"

Il governatore della Campania ora apre ai manifestanti: "Non ci sarà nessuna demagogia da questo punto di vista ma è del tutto evidente che quell'attività non può più stare a Fratte"

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca torna ad affrontare lo scottante problema dell’inquinamento ambientale che sarebbe provocato a Fratte e in alcuni comuni della Valle dell’Irno delle emissioni provenienti dalle Fonderie Pisano. “E’ un problema delicato che dobbiamo affrontare di petto” ha affermato il governatore durante l’inaugurazione, del cantiere del nuovo centro commerciale e wellness La Fabbrica,  che sorgerà in via Tiberio Claudio Felice, a Salerno, grazie al progetto dell’imprenditore napoletano Gianni Lettieri.

“Dobbiamo procedere decisamente per una delocalizzazione, ovviamente – ha continuato De Luca - avendo rispetto per le famiglie e per le maestranze che in quella fabbrica lavorano. Non ci sarà nessuna demagogia da questo punto di vista ma è del tutto evidente che quell’attività non può più stare a Fratte. Vedremo con Invitalia se riusciremo a mettere in piedi un contratto di servizi".  Infine l'ex sindaco di Salerno ha confermato: “Troveremo il modo per utilizzare anche i fondi europei per dare una mano alla delocalizzazione. L’importante – ha concluso De Luca sul futuro delle Fonderie Pisano - è che ci convinciamo a tutti quanti che quell’attività produttiva è diventata ormai incompatibile con il tessuto urbano”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Segnalazioni

Degrado a Salerno: persone rovistano di notte nei rifiuti, la denuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento