menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fonderie Pisano

Fonderie Pisano

Caso Fonderie, i Pisano all'attacco: ricorso al Tar e richiesta di risarcimento

La chiusura dell'impianto produce la perdita di circa 100 posti di lavoro. In attesa che si pronunci il Tribunale del Riesame, l'azienda chiede l'annullamento dei provvedimenti emessi dalla Regione

"Danno ingente" e richiesta di un maxi risarcimento, oltre 20 milioni di euro. Dopo la chiusura delle Fonderie, la famiglia Pisano si affida ai propri legali e ricorre al Tribunale Amministrativo Regionale chiedendo l’annullamento dei provvedimenti emessi della Regione Campania che ha archiviato la pratica di riesame dell’Aia dopo il parere sfavorevole di Via. La chiusura dell'impianto produce la perdita di circa 100 posti di lavoro. In attesa che si pronunci il Tribunale del Riesame, l'azienda chiede l'annullamento dei provvedimenti emessi dalla Regione per vizi di legittimità e chiede in subordine che sia condannata al pagamento dell’indennizzo con un maxi risarcimento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento