Sorpresi a fotografare la scheda col telefonino: denunce a Eboli e Salerno

Il “clic” del telefonino non è passato inosservato agli scrutatori ed ora potrebbe costare caro a due cittadini della provincia di Salerno

Volevano, molto probabilmente, rassicurare il candidato sul proprio voto espresso in cabina. Soltanto che il “clic” del telefonino non è passato inosservato agli scrutatori ed ora potrebbe costare caro a due cittadini della provincia di Salerno. 

I casi

Il primo episodio si è verificato all’interno dell’Istituto Regina Margherita del capoluogo dove, nel pomeriggio di ieri, un elettore è stato sorpreso a fotografare la scheda. Tempestivo l’intervento degli agenti della Questura, presenti già sul posto, per gli adempimenti del caso. L’uomo si sarebbe giustificato sostenendo di voler fare solo un selfie.  Il secondo episodio è avvenuto nella scuola “Vincenzo Giudice” di Eboli, dove il presidente di seggio, dopo aver udito il “clic” scattato da un medico al momento del voto, ha allertato i carabinieri, che hanno subito ascoltato la testimonianza dei presenti. Anche in questo caso l’autore della “leggerezza” è stato identificato e denunciato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

Torna su
SalernoToday è in caricamento