menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Frana in Costiera: massi sul lungomare, persone intrappolate in casa, viabilità alternativa

Soccorritori sul posto, verifiche in corso per accertare che non vi siano persone coinvolte. Tanta paura, sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Napoli. La zona è stata interdetta al traffico

Persone intrappolate in casa e messe in salvo con l'aiuto di un elicottero, zone periferiche senza acqua dopo il cedimento della condotta principale e del gas metano, collegamenti via mare con imbarcazioni che faranno la spola tra il molo Pennello e il molo foraneo, Strada Statale 163 chiusa al traffico. Ecco le conseguenze della grossa frana che si è verificata stamattina ad Amalfi. Strada interrotta in entrambe le direzioni, all'altezza del km 29,800, nel comune di Amalfi.

I soccorsi

Il movimento franoso si è verificato a monte della Statale: massi e detriti si sono riversati sul tratto della 163 e sul Lungomare dei Cavalieri. Sul posto sono presenti le squadre Anas. Sono intervenuti anche i Vigili del fuoco di Napoli per operazioni di soccorso e messa in sicurezza: verifiche tecniche e avvio delle prime operazioni di sgombero del materiale. I Vigili del Fuoco che coordinano le operazioni sono sul posto anche con l’ausilio di un elicottero. "Si è provveduto, in particolare - spiega la Protezione Civile in una nota stampa - al recupero di tre famiglie rimaste bloccate in abitazioni situate proprio nei pressi del luogo della frana. Le famiglie sono state tratte in salvo e si trovano presso una struttura alberghiera di Amalfi. La Statale e la strada di accesso al porto risultano completamente bloccate. Per consentire il rientro a casa degli studenti da Positano sono state predisposte imbarcazioni con il supporto della Capitaneria di Porto".

La viabilità

Al momento, i veicoli provenienti da Positano e diretti ad Amalfi vengono deviati sulla ex 366 Agerolina (Valico di Chiunzi), ed i veicoli provenienti da Vietri sul Mare o da Maiori in direzione Amalfi vengono deviati sulla viabilità provinciale ex 373 di Ravello. I vigili del fuoco, già allertati in Cilento in seguito ai numerosi smottamenti che hanno provocato anche l'evacuazione di una dozzina di famiglie a Vibonati, sono intervenuti ad Amalfi, in pieno centro. E' accaduto nel rione San Biagio. Sono a rischio le abitazioni antiche e potrebbero essere sgomberate.

Il sindaco

"Ci vorranno ore per liberare la strada e solo quando avremo finito potremmo essere certi che non ci siano vittime", ha spiegato il sindaco di Amalfi, Daniele Milano. Nel frattempo ha annunciato la provvisoria evacuazione di alcune abitazioni del rione Vagliendola, a ridosso della zona interessata dal crollo. I testimoni raccontano di un forte boato, simile ad un terremoto, negli istanti immediatamente precedenti al momento in cui la montagna di roccia è collassata al suolo. Sul posto sono intervenuti carabinieri e polizia municipale, i responsabili dell'Anas e i vigili del fuoco della poco distante sezione di Maiori.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Punta Campanella: avvistato un esemplare di balena grigia

  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento