menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Frana ad Amalfi, la denuncia Distretto Turistico: "Evento prevedibile"

Il presidente Ferraioli: "Chiediamo che venga immediatamente convocato un tavolo tecnico che operi con decisione e immediatezza e che programmi per il futuro delle popolazioni residenti e dell'economia di questi luoghi"

“Quanto successo oggi ad Amalfi, il crollo nei pressi della Marinella, non è un evento imprevedibile. La Costa D'Amalfi ha una sua fragilità geologica e la Strada Statale Amalfitana ha bisogno di una cura e di manutenzione che vadano l'oltre l'emergenza". Lo afferma in una nota il presidente del Distretto Turistico Costa D'Amalfi Andrea Ferraioli: "Chiediamo che venga immediatamente convocato un tavolo tecnico che operi con decisione e immediatezza e che programmi per il futuro delle popolazioni residenti e dell'economia di questi luoghi".

L'appello 

Per Ferraioli "bisogna impegnarsi concretamente nella tutela e nel riassetto idrogeologico, superando i campanilismi e le logiche politiche e lavorando insieme per il futuro di questi luoghi con una manutenzione costante e una pianificazione concreta". L'appello è rivolto alla Regione Campania affinchè aggiorni "il piano per il riassetto idrogeologico dell'area amalfitana d'intesa con la conferenza dei sindaci e con la definizione delle priorità degli interventi ad evitare che le risorse finanziarie disponibili vengano assegnate senza tenere conto delle reali emergenze". Per il presidente del Distretto Turistico Costa D'Amalfi, inoltre, è "necessario definire il piano di riassetto della viabilità in Costa D'Amalfi soprattutto per creare un sistema che affranchi la 163 dalla funzione di asse viario unico del territorio con tutti i disagi che questo comporta anche alla luce dei fondi che stanno per arrivare dalla Comunità Europea". Ferraioli, infine, ha ricordato che "questa è una destinazione turistica che esprime un Pil di rilievo ma che non ha ricevuto in passato l'attenzione necessaria. Non è più il tempo delle parole". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento