Cronaca

Frane in Costiera Amalfitana, l'ira dell'Abbac: "Le istituzioni non salvaguardano il turismo"

Il presidente Ingenito lancia l'allarme: "Siamo preoccupati e chiediamo che siano effettuati ulteriori monitoraggi anche da esperti internazionali per i lavori che si è inteso programmare con fondi europei per il tratto di Minori"

Frane in Costiera Amalfitana, turisti non informati e traffico con gravi ripercussioni. Esplode la protesta dell’Abbac che, in una nota, attacca le istituzioni locali a seguito dei disagi alla viabilità nella Divina.

L’attacco

Ad alzare il tiro è il presidente dell’Abbac Agostino Ingenito: “Le istituzioni non tengono alla salvaguardia del turismo, unica risorsa economica del territorio. Il disagio di tanti viaggiatori costretti a lunghe attese in auto in fila in Costiera Amalfitana, in queste ore, è la chiara dimostrazione che le istituzioni non lavorano in coordinamento per salvaguardare e tutelare il turismo, unica risorsa economica del territorio. In tanti, stranieri ed italiani si sono avventurati lungo il tracciato stradale senza ricevere dovute informazioni ne avere supporto con bus sostitutivi e navette. Gli eventi franosi delle ultime settimane con la conseguente chiusura in molti tratti e il ripristino a singhiozzo della circolazione stradale a senso unico alternato, hanno determinato serie ripercussioni per il turismo e la vivibilità dei residenti dei Comuni del territorio. E malgrado vi siano state delle disdette, sono tanti i turisti che hanno inteso trascorrere gli ultimi giorni di festa in Costiera Amalfitana”.

Pur auspicando “tempi certi per il ripristino della strada, come annunciato da Anas e Regione”, per Ingenito “appare ormai inderogabile andare oltre l'emergenza. Occorrono azioni concrete per turismo sostenibile, basso impatto ambientale e tutela del sito Unesco. Siamo preoccupati e chiediamo inoltre che siano effettuati ulteriori monitoraggi anche da esperti internazionali per i lavori che si è inteso programmare con fondi europei per il tratto di Minori per il quale è prevista la realizzazione di una galleria. Ricordiamo che l'intera statale non è dotata di passaggi pedonali che garantiscono sicurezza a pedoni e residenti” conclude Ingenito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frane in Costiera Amalfitana, l'ira dell'Abbac: "Le istituzioni non salvaguardano il turismo"

SalernoToday è in caricamento