Maltempo: il salernitano "frana" da tutte le parti, disagi in Cilento e in Costiera

Sulla questione delle frane in Costiera, Agostino Ingenito (Abbac) scrive al presidente della Commissione Italiana Unesco, Franco Bernabè

Frana Costiera

Frane ed acqua da ogni parte, nel nostro territorio, a causa del maltempo delle ultime ore. E' stata riaperta al traffico, via Paradiso di Pastena, a Salerno, chiusa ieri, a causa degli smottamenti provocati dal maltempo. A seguito di un intervento mirato, dunque, la zona è stata rimessa in sicurezza.

Le reazioni

Il Cilento

Nuova frana, invece, lungo la SP184 ad Agropoli, nel tratto che collega la Baia di Trentova con l’area portuale ed il centro cittadino. Fortunatamente, nessuno si è trovato a percorrere il tratto di strada nel momento della caduta dei massi dal costone roccioso adiacente alla carreggiata.

La Costiera

Resta chiuso, intanto, il tratto di strada a Capo d'Orso, teatro della frana di ieri: la valutazione per la messa in sicurezza dovrà proseguire domani, per cui non si conoscono ancora tempi certi per la riapertura dell'arteria. Sulla questione delle frane in Costiera, intanto, interviene anche l'Abbac.

La lettera di Agostino Ingenito (Abbac) al presidente  della Commissione Italiana Unesco, Franco Bernabè:

“Faccio appello alla sua sensibilità e del coordinamento come di tanti illustri cultori del patrimonio mondiale Unesco, quel riconoscimento nel 1997 è stato fondamentale per valorizzare ulteriormente un appeal mondiale della Costiera Amalfitana, tuttavia poco si è fatto da allora per garantire vera tutela al paesaggio e all’incommendurabile patrimonio che ci è stato da custodire. L’Unesco Italia ci aiuti anche mettendo in discussione il riconoscimento ottenuto se occorre per svegliare coscienze e avviare un processo di autentica tutela e salvaguardia del nostro patrimonio naturalistico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da cittadino ed operatore turistico e con me migliaia di gestori e cultori assistiamo sgomenti a quanto si sta verificando da tempo in Costiera Amalfitana, occorre un’azione condivisa che solleciti a far presto per garantire che questo eccezionale sito non perda la sua identità e conformazione. Occorre vera sostenibilità ed azioni concrete per mantenerne biodiversità e paesaggio. Se non si interviene subito, il rischio è assistere ad un ulteriore degrado. Il mondo ci guarda e resta sbigottito di quanto sta accadendo”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lockdown? Arcuri lo boccia, la Campania rinuncia e procede con la didattica a distanza. Chiesti bonus e congedi parentali

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti-bar, si fermano palestre e cinema

  • Fisciano, carabiniere si uccide con un colpo di pistola

  • Covid-19 a Battipaglia, 112 casi e 1 decesso. La sindaca Francese: "Ci sono i primi sintomatici, coinvolgere i medici di base"

  • Salerno a lutto: è morta Serena Greco in un incidente a Roma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento