Il treno Frecciarossa Roma-Salerno non sarà soppresso: esulta M5S

Il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Michele Cammarano evidenzia le sollecitazioni proprie e dei parlamentari, i senatori Castiello e Gaudiano e alla deputata Villani. Stoccate a De Luca

“Il treno Frecciarossa Salerno-Roma delle 5.20 non sarà più soppresso. Non ci sarà alcuna rimodulazione delle corse Alta Velocità sulla tratta. Una scelta di buonsenso dopo le segnalazioni che abbiamo fatto pervenire ai vertici di Trenitalia". Lo annuncia il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Michele Cammarano, che aveva sollecitato insieme ai parlamentari, i senatori Castiello e Gaudiano e alla deputata Villani.

Lo scenario

La corsa delle 5.20 è in assoluto la più utilizzata e consente a decine di insegnanti e ai tantissimi impiegati che operano nella capitale di raggiungere i rispettivi luoghi di lavoro in perfetto orario. “Dal management di Trenitalia – prosegue Cammarano – abbiamo ricevuto immediate rassicurazioni, oltre all’impegno di risolvere i problemi tecnici senza eccessive modifiche sulla griglia degli orari".

Le accuse

"Piero De Luca, il figlio del governatore della Campania, si è invece scagliato contro Trenitalia. Dimentica, però, i disagi che quotidianamente decine di migliaia di pendolari della Campania vivono grazie alla gestione scellerata di suo padre, presidente della Regione Campania e del plenipotenziario Eav e aspirante candidato alle regionali, Umberto De Gregorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

Torna su
SalernoToday è in caricamento