rotate-mobile
Cronaca Agropoli

Agropoli, scoperta una frode fiscale per 38 milioni di euro

La guardia di finanza di Agropoli ha scoperto un'evasione fiscale pari a 38 milioni di euro: sequestrati beni per 152 mila euro. Denunciata l'amministratrice di una società di commercio alimentare

Una frode da 38 milioni di euro è stata scoperta dai finanzieri di Agropoli, nell'ambito di una verifica fiscale rivolta ad una società di commercio alimentare. Nel mirino delle Fiamme Gialle, tale società, con  sede legale a Verona, stabilimenti e depositi dichiarati a Salerno, Capaccio e Belfiore , e sede amministrativa ad Agropoli, risulta essere stata, quindi, strumento di ingenti evasioni fiscali. Denunciata, così, al termine delle indagini l'amministratrice G.G., per i reati di occultamento delle scritture contabili, per la mancata presentazione delle dichiarazioni fiscali e per il mancato versamento dell’Iva.

Disposto, dunque, il sequestro preventivo dei beni per 2, 7 milioni di euro, intestati all’amministratrice, nonchè socia dell’impresa. Oltre che le sue disponibilità finanziarie, alla donna sono stati sottratti  due veicoli e due immobili ad Ercolano, per un valore complessivo di 152 mila Euro. I finanzieri di Agropoli, coordinati dal Procuratore della Repubblica di Vallo della Lucania, Giancarlo Grippo e dal sostituto procuratore Valeria Palmieri, hanno eseguito, dunque, l'operazione di sequestro resa possibile dalla "confisca per equivalente”, stabilita da Valeria Cerulli, Gip del Tribunale di Vallo della Lucania, e introdotta dalla legge Finanziaria nel 2008.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agropoli, scoperta una frode fiscale per 38 milioni di euro

SalernoToday è in caricamento