rotate-mobile
Cronaca Nocera Inferiore

Striscioni e lacrime al funerale di Dario Ferrara, gli amici: "Chi sa, parli"

"Chiunque sa si faccia avanti, siamo pronti a mettere da parte il nostro rancore, la nostra rabbia. Non vogliamo vendetta, ma solo giustizia", ha detto un amico del 21enne

Sgomento, lacrime e voglia di conoscere la verità dei fatti, ai funerali di Dario Ferrara, il 21enne morto dopo essersi ferito alla testa, a seguito di una lite con suo coetaneo. Poco chiare ancora le cause di quel politrauma che gli è costato la vita: è necessario attendere i risultati degli esami che verranno depositati entro 40 giorni. “Ciao Dario”: questa la scritta affissa sulle serrande dei negozi del rione Cicalesi. La comunità di Nocera Inferiore si è stretta intorno alla famiglia Ferrara, nella parrocchia San Giovanni Battista, per la messa officiata da monsignor Domenico Cinque.

Gremita la chiesa e il corteo funebre, scandito dai cori degli amici del giovane, tifoso della Nocerina, tra striscioni e palloncini. "Chi nasconde la realtà dei fatti non è meno colpevole di chi ha portato via il nostro Dario. Chiunque sa si faccia avanti, siamo pronti a mettere da parte il nostro rancore, la nostra rabbia. Non vogliamo vendetta, ma solo giustizia", ha detto un amico del 21enne. Dolore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Striscioni e lacrime al funerale di Dario Ferrara, gli amici: "Chi sa, parli"

SalernoToday è in caricamento