menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rubavano nelle auto vicino ai cimiteri, due arresti nel Cilento

Trenta furti messi a segno nel giro di un anno e mezzo: in manette due uomini originari di Agropoli, già noti alle forze dell'ordine, incastrati grazie ai bagni chimici

Si erano specializzati in furti ai danni di automobili parcheggiate nei pressi di cimiteri, diventando un vero e proprio incubo per la popolazione di numerosi comuni del Cilento: P. L. 52 anni e V. B. 35 anni, entrambi disoccupati ed originari di Agropoli, sono stati tratti in arresto dai carabinieri della compagnia di Vallo della Lucania, agli ordini del capitano Alessandro Starace. I due, tra novembre del 2011 e marzo 2013, riferiscono gli inquirenti, hanno messo a segno circa trenta furti ai danni di automobile parcheggiate nei pressi dei cimiteri di Vallo della Lucania, Castel Nuovo Cilento, Salento, Pollica, Casal Velino, Stella Cilento, Ascea, Moio della Civitella, Ceraso e Novi Velia.

Il modus operandi dei due malviventi era sempre lo stesso: si aggiravano per il territorio del Cilento in macchina, alla ricerca di auto da depredare. Nel dettaglio, i due preferivano le auto in sosta nei pressi dei cimiteri che, solitamente, erano incustodite ed a volte lasciate aperte e dopo averle ispezionate all’interno, allo scopo di appurare che vi potesse essere qualcosa di valore, rompevano un finestrino ed asportavamo ciò che era di loro interesse. Di solito i due ladri portavano via borse, soldi, bancomat, carte di credito, pc e telefoni, oltre ad arrecare danno alle autovetture.

Ad incastrarli, spiegano i carabinieri, sono state le immagini delle telecamere di sorveglianza di alcune banche presso i cui sportelli bancomat i due si erano recati per prelevare denaro con le carte rubate nelle auto; inoltre, i militari avevano installato "finti bagni chimici" con tanto di telecamere nei pressi dei cimiteri, in maniera da poter riprendere i malfattori. Fingendo lavori edili nei pressi dei sacri luoghi, gli inquirenti avevano posizionato i bagni chimici, le cui telecamere hanno ripreso i malfattori. I due ladri sono stati posti agli arresti domiciliari, a disposizione dell'autorità giudiziaria. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Segnalazioni

Degrado a Salerno: persone rovistano di notte nei rifiuti, la denuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento