Cronaca

Camerota, presa coppia di ladri

Due cugini del posto sono stati fermati dai carabinieri in quanto ritenuti responsabili di due furti commessi a Marina lo scorso aprile

Manette ai polsi, questa mattina, per due ladri a Camerota, nel golfo di Policastro: M. D. I. 31 anni e A. D. I., 20 anni, suo cugino, sono stati fermati in quanto ritenuti responsabili, in concorso, di furto aggravato e continuato e di furto in abitazione. I fatti contestati ai due risalgono ad alcuni mesi fa, precisamente alla notte tra il 9 e il 10 aprile quando la frazione Marina venne scossa da una serie di furti. Il primo venne messo a segno nel bar "Negroni": in quel caso venne rubata la carta bancomat del titolare; il secondo venne messo a segno ai danni della sala giochi "Zancale" e dell'abitazione del titolare, con un bottino di 500 euro in contanti. I ladri commisero però un errore: nella stessa nottata infatti effettuarono, con il bancomat rubato, un prelievo da 750 euro.

Ed è da quel prelievo di contanti che sono iniziate le indagini dei carabinieri della stazione di Marina di Camerota (agli ordini del luogotenente Massimo Di Franco) e della compagnia di Sapri (agli ordini del capitano Emanuele Tamorri): gli inquirenti hanno esaminato le riprese delle telecamere di sorveglianza della banca interessata dal prelievo, hanno identificato i soggetti autori del prelievo ed effettuato perquisizioni, trovando la refurtiva e tracce della commissione di furti. In mattinata, l'arresto dei due giovani, ordinato dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Vallo della Lucania, come richiesto dalla procura della Repubblica: per i due cugini sono scattati gli arresti domiciliari

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camerota, presa coppia di ladri

SalernoToday è in caricamento