rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
Cronaca San Leonardo / Viale Giuseppe Verdi

Associazione "Il Grifone", furto in pieno giorno: trentamila euro di danni

E' accaduto al Parco Arbostella, durante l'allestimento degli stand parrocchiali. Il presidente Francesco Granozi: "Hanno rubato chitarre, microfoni, abiti. In fumo sacrifici di una vita"

"In fumo i sacrifici di una vita. I ladri hanno portato via tutto, pure i rotoli di carta igienica". Francesco Granozi, colonna portante dell'Associazione "Il Grifone", esclusivista dei Musicastoria, è un uomo pacioso, pieno di dignità. Sa stare sul palcoscenico, pure quello della vita, e sa trattenere le lacrime. "C'è da piangere, però - dice amareggiato - quando ti portano via tutto ciò che hai costruito in tanti anni di sacrifici e gavetta". I ladri, in pieno giorno, gli hanno portato via tutto: tre chitarre (due acustiche e una classica), venti microfoni direzionali e ambientali, gli abiti di scena. Granozi era impegnato all'Arena Arbostella, insieme ad altre sette persone, intento ad allestire gli stand gastronomici di prodotti tipici da far degustare anche al co-patron della Salernitana Claudio Lotito, che poi ha disertato l'appuntamento.

Durante i preparativi, ha più volte raggiunto la propria autovettura parcheggiata nei pressi dei giardini dell'Arbostella ma durante l'ultimo tragitto si è accorto che la portiera dell'automobile era stata manomessa e il finestrino risultava aperto. Poi l'amara scoperta: Granozi, molto conosciuto in città, titolare della scuola di recitazione Teatranimando, ha subito un danno di trentamila euro. Immediata la denuncia ai Carabinieri che hanno effettuato anche rilievi, a caccia di impronte digitali sull'autovettura, e poi sopralluoghi. Si confida nelle telecamere di videosorveglianza che già in passato consentirono di rintracciare gli autori di un furto messo a segno nei locali della vicina Chiesa Gesù Risorto. "Chiedo pietà ai ladri - dice Granozi - chiunque sia entrato in possesso di chitarre e microfoni, per cortesia restituisca tutto. Ho perso i miei compagni di viaggio, mi servono per lavorare e non ho la possibilità di rimpiazzarli. Ero riuscito ad acquistare tutto dopo anni di duro lavoro e vorrei continuare a svolgerlo al servizio della comunità parrocchiale e dei teatri che vorranno accoglierci. Non negateci questo sogno".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Associazione "Il Grifone", furto in pieno giorno: trentamila euro di danni

SalernoToday è in caricamento