menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rubano attrezzi da un furgone: inseguiti con l'elicottero e arrestati a Battipaglia

E' stato necessario anche l’intervento di un elicottero del 7° Nucleo Elicotteri carabinieri di Pontecagnano per rintracciare e bloccare i malviventi a bordo di una Lancia Y

E' stato necessario anche l’intervento di un elicottero del 7° Nucleo Elicotteri carabinieri di Pontecagnano per rintracciare e bloccare i malviventi a bordo di una Lancia Y che questa mattina, a Battipaglia hanno messo a segno un furto rubando da un furgone di un idraulico lasciato in sosta nei pressi di un cantiere, cinque valigette contenenti attrezzature per una valore di circa 5 mila euro. Era da tempo che a Battipaglia e nei comuni limitrofi venivano segnalati furti di attrezzature da cantiere. La tecnica era quasi sempre la stessa: individuato il furgone o il camioncino della ditta lasciato in sosta nei pressi del cantiere, i malviventi riuscivano, con mossa fulminea, dopo aver rotto le serrature delle porte del vano di carico, a rubare le attrezzature, generalmente contenute in delle valigette complete di tutti gli accessori. Ed è cosi che una pattuglia del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Battipaglia, alla vista di quell’uomo che armeggiava intorno ad un furgone, ha intuito subito che si trattava di un furto. Anche il malvivente ha però intuito immediatamente che era stato pizzicato ed è così che dopo essersi fiondato a bordo della Lancia condotta da un complice è partito a tutta velocità riuscendo, per poco, a far perdere le tracce.

Per le ricerche dell’auto è stato richiesto l’intervento di un elicottero che, dopo pochi minuti, ha localizzato l’auto dei fuggitivi sulla corsia nord dell’autostrada Salerno Reggio Calabria. Né è nato un inseguimento da parte delle gazzelle dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile, inseguimento che si è concluso allo svincolo di Salerno Centro dove l’auto è stata bloccata. A bordo due uomini con precedenti, S.C. 43enne di Napoli e A.T. 53enne di San Giorgio a Cremano, con un curriculum criminale di tutto rispetto. I due sono stati condotti nel carcere di Salerno, mentre a bordo dell’auto è stata trovata la refurtiva che è stata restituita al proprietario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento