menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rubano un'auto in una villa, il proprietario li insegue: arrestati due marocchini

L'inseguimento si è verificato, la scorsa notte, in via Villanova. Entrambi gli stranieri sono stati rinchiusi nel carcere di Salerno

Due cittadini di origine magrebina sono stati arrestati, questa mattina, dai poliziotti con l’accusa di rapina impropria in un’abitazione con giardino a Nocera Inferiore.

La dinamica

I due malviventi di 33 e 47 anni, senza fissa dimora, sono giunti la scorsa notte nei pressi di una casa situata in via Villanova. E, dopo aver forzato il cancello ed essersi introdotti nel giardino, si sono impadroniti delle chiavi di un’automobile caricando su di essa anche una bicicletta. Il proprietario, dopo aver sentito dei rumori, si è precipitato nel cortile mentre la moglie, contemporaneamente, telefonava alla polizia. L’uomo ha sorpreso i due stranieri mentre si stavano allontanando utilizzando sia la loro vettura che quella appena rubata. In pochi attimi, salito a bordo del veicolo di un congiunto, si è messo ad inseguirli. Dopo circa 500 metri, in via Sant’Anna, l’auto rubata dal cortile si è bloccata in panne e i due malviventi sono stati costretti a fermarci. Il proprietario, allora, è sceso dall’auto ma è stato affrontato da uno dei due ladri che lo ha colpito con un calcio. E mentre i rapinatori cercavano nuovamente di fuggire, sono sopraggiunte una volante della Polizia e una radiomobile dei Carabinieri che si sono messe all’inseguimento dei due extracomunitari, i quali hanno tentato di dileguarsi a piedi ma, dopo un altro breve inseguimento, sono stati bloccati.

Dopo averli immobilizzati e condotti in commissariato, gli agenti e i militari dell’Arma hanno accertato che anche l’autovettura utilizzata dai rapinatori era stata rubata  pochi giorni prima a Boscotrecase (Na). Entrambi, quindi, sono stati ammanettati con l’accusa di rapina impropria, furto aggravato e ricettazione di auto rubata. Inoltre il 33enne dovrà rispondere anche del fatto che è stato trovato in possesso di tre involucri contenenti altrettante tipologie di sostanze stupefacenti: 5 grammi di Hashish, 3,5 grammi di MDMA (metamfetamine) e 1,9 di semi di canapa indiana. Gli arrestati sono stati rinchiusi presso la casa circondariale di Fuorni in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto che si terrà nei prossimi giorni. L’uomo rapinato, invece,  ha riportato lesioni giudicate guaribili in 7 giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento