Sabato, 15 Maggio 2021
Cronaca San Leonardo / Viale Giuseppe Verdi

Esclusiva/ Ladri a casa del manager sportivo Enzo Musto, bottino di 10 mila euro: "Mi farò il porto d'armi"

Il direttore della Scafatese Calcio, che risiede al Parco Arbostella, è finito nel mirino dei malviventi che hanno messo a soqquadro la sua abitazione. I due anziani genitori sono ancora sotto choc. Su quanto accaduto indaga la polizia

Hanno aspettato che non ci fosse nessuno. Poi, intorno alle 16.30 di ieri (sabato 11 febbraio) hanno fatto irruzione nell’appartamento riuscendo a portare via un bottino di circa dieci mila euro, tra oggetti preziosi, argenteria, denaro, quadri, liquori ecc... Questa volta nel mirino dei malviventi è finito il dirigente salernitano della Scafatese Calcio Vincenzo Musto, che, con i suoi genitori, risiede all’interno del Parco Arbostella, nella zona orientale di Salerno. Dopo aver dedicato quasi l’intera giornata alla sua squadra, Musto è rientrato a casa nel pomeriggio facendo l’amara scoperta: tutte le stanze erano state messe a soqquadro dai ladri che, nel giro di pochi minuti, sono riusciti a sconvolgere la tranquillità di una delle numerose famiglie che vivono in questa zona della città. I genitori del dirigente sportivo della Scafatese sono ancora sotto choc. Sul posto, in pochi minuti, sono giunte le Volanti della Questura di Salerno, che hanno avviato subito le indagini del caso per riuscire a rintracciare, anche attraverso un piccolo dettaglio, la banda di malviventi.

Tanta la rabbia di Musto: “Questi delinquenti – dichiara a Salernotoday – hanno violato la privacy della mia famiglia. La prossima volta li accoglierò con il piombo: ho deciso di farmi il porto d’armi. Fortunatamente in casa non c’era nessuno, ma se, invece, ci fossi stato io o ci fossero stati solo i miei genitori, che sono persone anziane, come ci saremmo potuti difendere? Noi cittadini - si domanda con amarezza - come possiamo difenderci dai ladri che entrano nelle nostre case?”. Poi elogia il lavoro della polizia: “Ringrazio di cuore l’equipaggio che è venuto in poco tempo in nostro aiuto. In particolare rivolgo un ringraziamento alla poliziotta che ha prestato un soccorso emotivo e psicologico a mia madre, che ha 70 anni, la quale si è vista portare via i ricordi più cari che custodiva in casa. Ho inviato anche una email di ringraziamento al Questore Errico per fargli i complimenti: i suoi agenti sono stati gentilissimi, ci hanno aiutato tanto in un momento per noi davvero drammatico”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esclusiva/ Ladri a casa del manager sportivo Enzo Musto, bottino di 10 mila euro: "Mi farò il porto d'armi"

SalernoToday è in caricamento