rotate-mobile
Cronaca Eboli

Eboli, rubano cavi di rame e fuggono: arrestati

Dopo il furto e la fuga quattro malfattori hanno dato origine ad una colluttazione con i carabinieri: due sono scappati, due sono stati arrestati

Furto di cavi elettrici, fuga in auto con relativo inseguimento, incidente, colluttazione con i carabinieri: è stata una nottata a dir poco agitata quella trascorsa ad Eboli. I carabinieri della locale compagnia, agli ordini del capitano Alessandro Cisternino e del tenente Francesco Manna, hanno tratto in arresto due cittadini di nazionalità romena per furto di cavi elettrici. Nel dettaglio i militari, nella notte, in località Casarsa di Eboli, hanno dato l'alt ad un'autovettura Opel Astra che però, invece di fermarsi, è fuggita dando inizio ad un inseguimento conclusosi in automobile nel territorio di Persano, precisamente nella sbarra di accesso al comprensorio militare della zona. L'auto fuggitiva infatti ha terminato la sua corsa proprio contro la sbarra.

Gli uomini al suo interno si sono quindi dati alla fuga nei boschi circostanti: i carabinieri li hanno inseguiti e, dopo una colluttazione, sono riusciti ad arrestare due dei malfattori mentre altri due sono riusciti a fuggire. All'interno dell'automobile i militari hanno rinvenuto cinque rotoli di cavi di rame, rubati in precedenza da una centralina Enel a Capaccio, oltre ad attrezzi da scasso. La linea elettrica è stata ripristinata ma il danno non è stato ancora quantificato. Nel corso dell'ultima settimana i carabinieri hanno recuperato altri quattro veicoli furgonati oggetto di furto e carichi di materiale ferroso, abbandonati dai malfattori alla vista degli uomini in divisa. Gli arrestati sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza, a disposizione dell'autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eboli, rubano cavi di rame e fuggono: arrestati

SalernoToday è in caricamento