menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Salerno, furto di rame al Ruggi: ospedale "fermo" per quattro ore

Spariti 500 metri di cavi di rame che garantivano il sistema della messa a terra: fermati gli interventi chirurgici e numerose apparecchiature per evitare scosse elettriche e folgorazioni

Ospedale Ruggi in "tilt" per quattro ore ieri pomeriggio a causa della sparizione, o meglio del furto di 500 metri di cavi di rame dai sotterranei del nosocomio. Ignoti hanno portato via i cavi relativi alla messa a terra di gran parte della struttura ospedaliera. Secondo quanto si è appreso i tecnici si sarebbero accorti del fatto che qualcosa non andava controllando gli ascensori nel corso della manutenzione. Immediatamente, dopo la scoperta dell'assenza dei cavi di rame, è stato deciso il rinvio di tutti gli interventi chirurgici e lo stop alle apparecchiature.

Hanno continuato a funzionare le apparecchiature del reparto di rianimazione (dotate di meccanismi di sicurezza ulteriori) e il pronto soccorso. La torre cardiologica non è stata invece interessata dai disagi, in quanto dotata di un sistema autonomo. I disagi sono durati sino alle 21 di ieri sera. Sull'episodio indagano gli agenti di polizia, che non escludono che possa essersi trattato di un sabotaggio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento