Svuotava le slot machine con il trucco del "pesciolino": arrestato 19enne salernitano

Il giovane, insieme ad un complice della provincia di Potenza, è stato ammanettato dai carabinieri nel comune di Soverato (Catanzaro) in Calabria

Un 19enne della provincia di Salerno e un 49enne potentino sono stati arrestati dai carabinieri di Soverato (Catanzaro), in Calabria, con l’accusa di truffa aggravata. 

Il caso 

I due sono stati sorpresi in un bar mentre cercavano di svuotare una slot machine con il trucco del “pesciolino”, l'arnese metallico che consente di giocare e vincere senza dover inserire monete. Nel corso di una perquisizione, i militari dell’Arma hanno trovato, e poi sequestrato, il “pesciolino” e 700 euro circa in monete e banconote di vario taglio, precedentemente rubate e quindi restituite al proprietario del bar. Il Tribunale di Catanzaro ha convalidato i due arresti, disponendo l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salerno si stringe attorno a Carmine Novella, il Capitano ringrazia e promette: "Lotterò a testa alta"

  • Sviene quattro volte in un giorno e gira tre ospedali, poi il decesso: indagati 2 medici

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Covid-19: muore un 34enne ad Agropoli, nuovi casi a Caggiano e Pagani

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Covid-19: muoiono altri 4 positivi, 11 decessi in 24 ore nel salernitano. Altri casi in 10 comuni

Torna su
SalernoToday è in caricamento