menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno shot di via Pio XI

Uno shot di via Pio XI

Via Pio XI, tentato furto in un bar: sgominata banda di malviventi

Quattro uomini sono stati sorpresi dalla polizia e tratti in arresto dopo un rocambolesco inseguimento non lontano dal centro cittadino

Scene da film d'azione la notte scorsa a Salerno, non lontano dal centro cittadino: quattro uomini, sorpresi mentre tentavano di rimuovere le sbarre poste a protezione della finestra di un bar in via Pio XI, si sono dati alla fuga dopo essere stati scoperti dalla polizia e sono stati arrestati dopo un rocambolesco inseguimento.

IL FATTO - Dopo alcune segnalazioni telefoniche la polizia interviene in via Pio XI: gli agenti della sezione Volanti, diretti dal vicequestore Rossana Trimarco, si recano sul posto e sorprendono quattro malviventi che, tramite una fiamma ossidrica, sono intenti a tagliare le sbarre di protezione della finestra di un bar, allo scopo di introdursi all'interno e rubare quanto presente. Alla vista dei poliziotti, però, i malviventi si danno alla fuga.

L'INSEGUIMENTO - Per evitare l'arresto i quattro non esitano a lanciare arnesi da scasso contro gli agenti di polizia. Addirittura utilizzano degli estintori per intralciare i poliziotti. I quattro scappano in diverse direzioni ma, dopo un breve e rocambolesco inseguimento, vengono bloccati dagli operanti: due di loro non hanno fatto molta strada, in quanto sorpresi al quarto piano di un palazzo vicino al bar che stavano tentando di violare.

SGOMINATA LA BANDA - I quattro sono stati quindi identificati per A. F. 37 anni, S. B. 21 anni, S. F. P. 29 anni e V. L. 31 anni: per loro è scattato l'arresto con le accuse di tentato furto aggravato ai danni del menzionato esercizio pubblico, furto di autovettura e resistenza a pubblico ufficiale. I quattro sono stati posti a disposizione dell'autorità giudiziaria.

UN ARSENALE - Nel corso delle perquisizioni e del sopralluogo i poliziotti hanno quindi tutta l'attrezzatura che i quattro malviventi stavano utilizzando per mettere a segno il furto: cappelli/scaldacollo, guanti in lattice, cannula di fiamma ossidrica e bombole di gas, arnesi da scasso e due estintori rubati dall'atrio di un condominio situato nelle vicinanze. I poliziotti hanno scoperto inoltre che l'auto utilizzata dai quattro per recarsi nella zona a compiere il furto era stata rubata in precedenza a Castellammare di Stabia (Napoli), città dalla quale provenivano i quattro malfattori. Ispezionando la vettura infatti gli agenti hanno scoperto che era stato manomesso il sistema d'accensione. Grazie alla collaborazione dei poliziotti di Castellammare di Stabia si è scoperto che l'auto, una Fiat Uno, era stata rubata. La vettura è stata restituita al legittimo proprietario (che ha presentato denuncia in questura) mentre è stata inoltre raccolta la denuncia del titolare del bar preso di mira dai malviventi, che probabilmente volevano rubare il denaro contenuto nelle slot machines.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento