menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Fusillo di Felitto tra tradizione e leggenda: ecco come è nato

La sua origine è antichissima e legata ad una leggenda: si narra che nel XVI secolo, durante un assedio della cittadina, il comandante chiese alle donne del posto di cucinare qualcosa con i prodotti che avevano a disposizione

E' tra i piatti più gustosi della nostra provincia: impossibile resistergli per gli amanti della pasta e della cucina di qualità in genere. E' il famoso fusillo di Felitto, cilindro di pasta cavo, lungo dai 18 ai 22 centimentri che si prepara a mano, utilizzando uova, farina, sale acqua, olio d’oliva, e con l'aiuto di un ferro sottilissimo a 4 facce. La sua origine è antichissima e legata ad una leggenda: si narra che nel XVI secolo, durante un assedio della cittadina, al quale gli abitanti resistevano da oltre 10 giorni, il comandante chiese alle donne del posto di cucinare qualcosa con i prodotti che avevano a disposizione. Fu quella l'occasione per dare alla luce il “Fusillo di Felitto”, servendosi di sole uova e farina. La produzione vanta una tradizione secolare, tramandata oralmente da madre a figlia, fino ai giorni nostri. Oggi la produzione del fusillo si è tramutata da familiare ad artigianale, ma il prodotto richiede una particolare manualità che possiedono solamente le donne di Felitto. I ristoranti che propongono il fusillo nei loro menù, non a caso, richiedono espressamente la fornitura alle signore della patria del Fusillo.

E al Fusillo Felittese è dedicata anche una manifestazione enogastronomica che si svolge puntuale ogni anno, nella seconda decade di Agosto. L’evento nasce con lo scopo di promuovere il piatto tipico locale che ancora oggi conserva intatto il sapore unico della tradizione. La prima Sagra del Fusillo Felittese risale al 1976 e si svolse in località Remolino. Nel corso degli anni numerosi sono stati i luoghi comunali che hanno ospitato la manifestazione: la zona del vecchio mattatoio, la località Casale, il Campo Sportivo fino a giungere alla piazzetta al centro del paese, dove la manifestazione tutt’ora si tiene. Già c'è aria di attesa, infatti, per la 40a edizione della ?sagra, in programma dal 13 al 23 agosto 2015. Un'occasione imperdibile per i buongustai.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento