menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Manipolazione dei gas fluorurati: nuovo obbligo di certificazioni

BATTIPAGLIA - Nuovo obbligo di certificazione per personale ed aziende riguardo la « Manipolazione dei gas fluorurati ». Tra il 2006 ed il 2008 la Commissione Europea, con l'intento di proseguire nell'impegno a contrastare i cambiamenti climatici, ha emanato dei regolamenti per regolarizzare l'utilizzo dei suddetti gas ad effetto serra contemplati dal Protocollo di Kyoto ed elencati nell'Allegato I del Regolamento (CE) n. 842/06. Il Consiglio dei Ministri ha approvato, nel dicembre 2011, un decreto che dà compimento anche in Italia al Reg. (CE) 842/2006. Quest'ultimo, entrato in vigore il 5 maggio 2012 si prefigge di prevenire le perdite dei gas fluorurati; riparare tempestivamente le perdite rilevate; evitare la manipolazione di alcune apparecchiature da parte di personale non qualificato ed inesperto; tracciare la quantità e la tipologia di gas prodotto, esportato, importato, utilizzato e recuperato nei paesi della comunità europea. Ogni regolamento coinvolge uno specifico settore di attività: frigoristi, estintori, commutatori, solventi, autoriparatori. Essi prevedono l'obbligo di certificazione od attestazione per le persone e le imprese che operano con taluni gas fluorurati ad effetto serra. Tutti i regolamenti confermano che in mancanza della certificazione, il personale e le imprese non potranno più svolgere le loro attività, vedendo compromesso in questo modo il proprio lavoro. Il Registro Telematico Nazionale, istituito dal Ministero dell'Ambiente e gestito dalle Camere di Commercio, ha lo scopo di censire tutto il personale e le aziende interessate da questo nuovo adempimento. Dal momento della sua istituzione tutte le figure coinvolte hanno 60 giorni di tempo per iscriversi nelle apposite sezioni della camera di commercio competente, esclusivamente per via telematica.

L'iscrizione al Registro è obbligatoria per le persone ed aziende che operano su apparecchiature fisse di refrigerazione e di condizionamento d'aria e pompe di calore; persone ed aziende che operano su impianti fissi di protezione antincendio ed estintori; persone ed aziende che si occupano di recupero gas fluorurati dai commutatori ad alta tensione; persone ed aziende che si occupano di recupero di solventi a base di gas fluorurati dalle apparecchiature; persone ed aziende che si occupano di recupero gas fluorurati dagli impianti di condizionamento veicoli a motore. Il superamento dell'esame permette di ottenere un Certificato della durata di 10 anni ed iscrive la persona quale figura certificata nell'apposita sezione del Registro Telematico Nazionale. Per ottenere l'abilitazione è necessario superare una prova di esame teorica e pratica, come da competenze e requisiti minimi previsti dalla Regolamentazione Europea 303/08. Sfide s.r.l. di Battipaglia, impegnata nella verifica e monitoraggio della situazione aziendale, propone un corso per l'ottenimento della Certificazione Frigoristi. Una formazione condotta da professionisti competenti sia sugli aspetti tecnici, sia su quelli formativi, è fondamentale non solo per aiutare gli interessati a superare con successo questo esame, ma anche per consentire di operare con ancor maggiore garanzia nei confronti del committente e nel rispetto dell'ambiente

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento