rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Gemellaggio Amalfi – Birgu (Malta), avviate le procedure

Nota stampa di Sergio Passariello (Nuovo Psi - Pdl)

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Con un positivo scambio di corrispondenze, tra il Sindaco di Amalfi, dott. Alfonso Del Pizzo, e quello della città maltese di Birgu - Vittoriosa, dott. John Boxall, sono stati avviati di fatto i contatti finalizzati alla realizzazione di un gemellaggio tra le due bellissime città marinare.

L'indicazione sull'opportunità di realizzare un gemellaggio con la città di Birgu - Vittoriosa, è stata sostenuta dall'on. Michael Frendo, Presidente della Camera dei Deputati di Malta, nei recenti colloqui intercorsi a Marzo nell'isola mediterranea, dove si recò una delegazione del Comune di Amalfi, composta dall'Assessore al Turismo, dott. Daniele Milano, dal Consigliere con delega allo Sport, dott. Francesco De Riso e dal Consigliere dell'Ente Regata Sergio Passariello.

L'idea che motivazioni storiche, che attingono ad un comune denominatore che lega a doppio filo la storia di Amalfi a quella di Malta ed in particolare alla tradizione dei Cavalieri Ospedalieri dell'Ordine dell'Ospedale di San Giovanni di Gerusalemme divenuti, come sa, Cavalieri di Malta. La nascita dell'Ordine di San Giovanni risale al 1048, quando alcuni mercanti dell'Antica Repubblica Marinara di Amalfi ottengono dal Califfo d'Egitto il permesso di costruire a Gerusalemme una chiesa, un convento e un ospedale nel quale assistere i pellegrini di ogni fede o razza. L'Ordine di San Giovanni di Gerusalemme - la comunità monastica dedita alla gestione dell'ospedale per l'assistenza dei pellegrini in Terra Santa - diviene indipendente sotto la guida del suo fondatore il Beato Gerardo Sasso, monaco originario di Scala, all'epoca ricadente nel territorio della Repubblica Amalfitana. In seguito alla perdita dei territori cristiani in Terrasanta, l'Ordine si rifugiò brevemente a Cipro e poi a Rodi, e successivamente a Malta. All'arrivo dei Cavalieri Ospedalieri, nel 1530, questi fecero della città di Birgu - Vittoriosa la capitale della nazione, rendendola la più antica capitale marittima dell'isola.

Il gemellaggio apre le porte ad un'importante interscambio culturale ed una importante partnership, di respiro mediterraneo, nel campo dell'alta formazione per i turismo, cosi come lasciato trapelare da Palazzo San Benedetto.

All'uopo, verrà costituito un apposito Comitato di Gemellaggio, composto da cittadini che curerà, di concerto con l'Amministrazione, tutte le fasi necessarie al compimento dell'importante iniziativa.

Il Consigliere di Regata, Sergio Passariello, si recherà nei prossimi giorni a Malta per incontrare il sindaco della città di Birgù ed avviare le procedure del gemellaggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gemellaggio Amalfi – Birgu (Malta), avviate le procedure

SalernoToday è in caricamento