Cronaca Centro / Via Roma

"Gerbera Gialla": centinaia di studenti all'Augusteo per il nuovo inizio

Redatto dal Coordinamento Antimafia Riferimenti, con il Ministero della Pubblica Istruzione, il progetto è portato avanti da Adriana Musella, figlia dell'ingegnere ucciso da una bomba

Centinaia di alunni, al Teatro Augusteo, per l'apertura, in città, di "Gerbera Gialla", progetto redatto dal Coordinamento Antimafia Riferimenti, in collaborazione con il Ministero della Pubblica Istruzione. "Obiettivo del percorso didattico - ha spiegato la presidente di Riferimenti,  Adriana Musella, figlia dell'ingegnere salernitano ucciso da una bomba - è la promozione della cultura, del diritto e della sensibilizzazione all'impegno contro la mafia tra le giovani generazioni. Da venti anni, con la Gerbera Gialla, porto avanti la memoria di mio padre e lo faccio soprattutto tra i giovani perché la legalità deve essere fatta con testimonianze attive e concrete".

A prender parte alla manifestazione, tra gli altri, il prefetto di Salerno Gerarda Pantalone ed il maestro Gianni Maddaloni titolare della palestra di Scampia, recentemente intitolata a Musella, il vice sindaco Eva Avossa, l'assessore provinciale Pietro Stasi ed Erminio Rinaldi, sostituto procuratore della Repubblica di Salerno.

Toccanti e coraggiose, le parole del dirigente scolastico dell'istituto superiore "Piria" di Rosarno, Mariarosaria Russo, coordinatrice nazionale del settore Scuola: "La mia scuola sorge in un'area di marginalità sociale, dominata dallo strapotere mafioso. Nella mia scuola ci sono tanti figli di boss. E' difficile per loro prendere le distanze dalle famiglie, ma con un percorso di legalità che portiamo avanti da anni, cerchiamo di recuperare anche questi giovani".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Gerbera Gialla": centinaia di studenti all'Augusteo per il nuovo inizio

SalernoToday è in caricamento