Gestione dell’Auditorium al Teatro Verdi: l'ira di Cammarota e la replica del Comune

Cammarota: "La decisione della giunta comunale umilia le legittime aspirazioni di un Ente Pubblico qualificato, il Conservatorio Martucci"

"La scelta della giunta del Comune di Salerno di attribuire la gestione dell’Auditorium al Teatro Verdi va nella direzione sbagliata e deve essere assolutamente rivista, ma soprattutto spiegata”. E' quanto sostiene Antonio Cammarota, consigliere comunale, che ricorda come nella seduta del 26 gennaio 2018 la commissione trasparenza da lui presieduta, ascoltata la direttrice Imma Battista, aveva approvato all’unanimità una mozione nella quale si raccomandava l’assegnazione dell’Auditorium al Conservatorio Martucci, pur con riserva di autonomia per il Comune nella scelta di iniziative artistiche e di ritorno economico.

Parla Cammarota

“La struttura deve essere riferibile al Conservatorio, che ha promosso i talenti salernitani nel mondo, cui l’Auditorium è legato per destinazione storica, culturale, ma anche urbanistica, tanto che proprio l’unicità catastale ha determinato i ritardi della consegna dei lavori, come accertato dalla Commissione. La decisione della giunta comunale umilia le legittime aspirazioni di un Ente Pubblico qualificato, il Conservatorio Martucci, che pure aveva avviato una petizione popolare con migliaia di firme, ma soprattutto mortifica la volontà dei consiglieri comunali espressa in un atto istituzionale votato all’unanimità dei componenti, per cui inviteremo l’assessore in commissione per i chiarimenti del caso”.

L'assist

A fare sponda a Cammarota ci pensa il consigliere comunale di Giovani Salernitani-Dema Dante Santoro: "E' una libertà di battaglia e democrazia. La mia solidarietà ai rappresentanti del conservatorio tutti, al direttore Imma Battista e agli studenti, buggerati dall'ennesima promessa di quest'amministrazione, a favore dei soliti, di chi gestisce strutture già foraggiate per milioni di euro da quest'amministrazione. Azioneremo il nostro Fiato sul collo per arrivare al nocciolo della questione e capire perchè si fa questa preferenza, come mai è tenuto ai margini delle attività amministrative una realtà come il Conservatorio". Intanto, Santoro oggi pomeriggio ha preso parte all'assemblea pubblica tenutasi presso il Martucci e lunedì porterà al Comune, un modulo per chiedere ai consiglieri comunali che hanno espresso all'unanimità parere favorevole per la gestione del Conservatorio. 

La replica

Non si è lasciata attendere, intanto, la replica del Comune di Salerno che sottolinea di "aver  inteso preservare nel modo più idoneo un bene di sua proprietà. Va precisato, inoltre, che non vi è stata alcuna concessione del bene stesso al Teatro Municipale Giuseppe Verdi. Il complesso è stato semplicemente associato al Teatro Verdi, al fine di renderlo coerente con le attività culturali promosse dall'amministrazione comunale e, soprattutto, per garantire la copertura delle spese di gestione. Tale disposizione non contrasta e non mette in discussione gli impegni assunti in precedenza dall'amministrazione a consentire l'uso a enti terzi e, segnatamente, al Conservatorio Giuseppe Martucci". 

La nota del Comune

Giova specificare che la gestione di un bene pubblico può essere concessa esclusivamente ad un soggetto economico e attraverso l'espletamento di una procedura di gara pubblica. Il Comune può concedere unicamente l'uso di un bene pubblico, in relazione ad un programma che sia rispondente alle esigenze, nel caso di specie alla programmazione culturale posta in essere dal Comune stesso. L'amministrazione ha ritenuto più rispondente al pubblico interesse associare l'Auditorium al Teatro Verdi, coprirne le spese e darlo in uso a chiunque ne faccia richiesta, primo fra tutti il Conservatorio.

Nulla cambia, dunque, per il Conservatorio Martucci. Il Conservatorio potrà, infatti, avanzare la sua proposta programmatica che, sicuramente da considerarsi attinente alle finalità dell'amministrazione in ambito culturale, sarà accolta, consentendo l'uso dell'Auditorium per le attività previste, senza responsabilità di gestione e di tutela del bene. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

Torna su
SalernoToday è in caricamento