menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gestione illecita di contributi pubblici: danni per 500mila euro, società nocerina nei guai

Le indagini delle Fiamme gialle salernitane hanno evidenziato che i conferimenti apparentemente effettuati dai soci per ottenere le agevolazioni, erano stati loro restituiti dalla società con una “partita di giro”

Senza sosta i controlli del Nucleo di polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Salerno: la sezione giurisdizionale per la Campania della Corte dei Conti ha condannato due persone originarie di Pagani al risarcimento di 500 mila euro in favore dello Stato, per l’illecita gestione di un finanziamento pubblico. I finanzieri, eseguendo una verifica fiscale nei confronti di una società di Nocera Inferiore, nel settore degli imballaggi plastici, hanno esaminato le operazioni riguardanti la percezione di agevolazioni pubbliche erogate da Invitalia per iniziative imprenditoriali realizzate nel Mezzogiorno. E' emerso, dunque, il mancato rispetto di una delle condizioni indispensabili per la concessione delle agevolazioni, ossia il conferimento effettivo di denaro da parte dei soci, mediante aumento di capitale sociale o tramite un finanziamento.

Le indagini contabili e bancarie svolte dalle Fiamme gialle salernitane hanno, inoltre, evidenziato che i conferimenti apparentemente effettuati dai soci erano stati loro restituiti dalla società con una “partita di giro”, mediante operazioni di pari importo, al solo scopo di simulare l'aumento di capitale sociale ed ottenere i contributi pubblici. Nei guai, dunque, i responsabili, segnalati alla Procura regionale della Corte dei Conti per il danno erariale.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Segnalazioni

Degrado a Salerno: persone rovistano di notte nei rifiuti, la denuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento