menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giffoni Sei Casali, abbandona un pacco del Banco Alimentare: beccato il responsabile

Il Comune precisa: "Si è appurato che i beni alimentari sono stati distribuiti da un Comune limitrofo, il cui sindaco ha già provveduto a sospendere l'autore del gesto dal beneficio che aveva ricevuto"

Vergogna, controlli, sanzioni. La macchina organizzativa del Comune di Giffoni Sei Casali, insieme ai colleghi di un Comune limitrofo (che risulterebbe essere San Cipriano Picentino) si è messa in moto per individuare subito l'autore di un gesto incivile.

I dettagli

"Sono state rinvenute in strada derrate alimentari - scrive in una nota il Comune di Giffoni Sei Casali - nei pressi del civico Cimitero Non sono state distribuite da questo Ente e quindi non è stato un cittadino di Giffoni Sei Casali a buttarle via. A seguito di alcune segnalazioni pervenute al Sindaco Francesco Munno circa il rinvenimento di beni alimentari distribuiti con marchio Banco Alimentare, si è appurato che gli stessi sono stati distribuiti da un Comune limitrofo il cui sindaco ha già provveduto ad avviare un provvedimento di sospensione dal beneficio nei confronti del cittadino responsabile del gesto. Il sindaco Munno e l’amministrazione ringraziano il cittadino che ha segnalato il deprecabile episodio e sono vicini a tutte quelle famiglie che affrontano con dignità le difficoltà economiche che questa pandemia sta provocando". Inciviltà, dunque, ma anche senso del dovere da parte di chi ha segnalato lo scempio al Comune di Giffoni Sei Casali, che si è imbattuto nell'abbandono - nel proprio territorio ma senza responsabilità di propri residenti - nell'abbandono di un pacco che avrebbe fatto comodo ad altre famiglie in difficoltà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento