menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gioca alla slot machine ma vuole i soldi indietro, calci e pugni ai carabinieri: arrestato

Arrestato a Caselle in Pittari, un quarantaduenne che nel corso di una lite, per non essere identificato, ha preso a calci e pugni i militari

E' finito in manette P.V., quarantaduenne di Caselle in Pittari, ieri sera. I carabinieri  di Sanza, agli ordini del Brigadiere Capo Raffaele Urcioli, hanno tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni, l'uomo già noto alle forze dell’ordine che, presso un punto scommesse, pretendeva il pagamento di una presunta vincita in una “slot macchine” e la restituzione dell’intera somma di denaro giocata.

Per non essere identificato,  P.V. ha iniziato a scagliare calci e pugni ai militari intervenuti per sedare la lite con il proprietario dell'esercizio commerciale: finisce agli arresti domiciliari, dunque, il giocatore violento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento