rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Centro / Corso Vittorio Emanuele

Fiaccolata anti-pellicce: boom di presenze in città alla manifestazione

Boom di presenze alla fiaccolata anti-pellicce organizzata dalla Lav e dall'Enpa. A sfilare lungo Corso Vittorio Emanuele, infatti, innumerevoli animalisti

L'Enpa e la Lav, l' Associazione Zoofila Salernitana, "Chicca Lali ed Iris", Veg Campania, Venganch'io, WWF Salerno , UNA Carmine Longo e tanti altri amanti degli animali, ieri sera, hanno sfilato lungo Corso Vittorio Emanuele per dire "no" alle pellicce. La fiaccolata, dunque, ha inteso rappresentare non solo un momento di commemorazione per tutti gli animali uccisi per il mercato delle pellicce, ma anche una preziosa occasione di sensibilizzazione della cittadinanza sul rispetto degli animali.

"Differentemente dalla questione veg e da altre tematiche, quella della pellicce è una problematica assolutamente etica in quanto legata esclusivamente alla vanità delle persone che costa la vita degli animali", ha spiegato la presidente provinciale dell'Enpa, Manuela Zambrano. "Chi indosserai questa sera?": questa una delle emblematiche domande poste dagli animalisti ai salernitani.

Divulgando materiale informativo e promuovendo la petizione della Lav che, capitanata a Salerno da Mariasperada Laudisio, è finalizzata ad una legge che vieti gli allevamenti dei cosiddetti animali da pelliccia nel Bel Paese, i manifestanti hanno reso note le tremende modalità di massacro e di uccisione per la produzione delle pellicce. Prezzo, questo, dell'insensibilità di alcune persone che, pur rappresentando in Italia solo il 17% della popolazione, rischiano di aumentare a causa di inserti in pelliccia applicati a capi di vario tipo che stanno prendendo piede, in maniera silente, in diversi esercizi commerciali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiaccolata anti-pellicce: boom di presenze in città alla manifestazione

SalernoToday è in caricamento