menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gruppo di Greenpeace

Gruppo di Greenpeace

Greenpeace mostra "le vere bollette" dell'Enel: l'appello per le Politiche

I volontari di Greenpeace: "E' noto che le emissioni delle centrali a carbone di Enel causano in Italia una morte prematura al giorno"

Hanno distribuito tra i salernitani a spasso per il lungomare cittadino, le vere bollette di Enel, oggi, i volontari di Greenpeace. "Abbiamo inteso mostrare ai cittadini quanto costa realmente, in termini economici e sanitari, la produzione elettrica a carbone del principale gruppo energetico italiano", racconta il coordinatore del gruppo locale, Marco Meo.

Parlano di “bollette sporche”, i volontari che ricordano come il carbone risulti "la fonte più dannosa per il clima e la salute dell’uomo, che causa in Italia 1,8 miliardi di danni ambientali, sanitari ed economici".  “E' noto che le emissioni delle centrali a carbone di Enel causano in Italia una morte prematura al giorno, gli impatti del carbone sono enormi e a essere più esposti sono i bambini” incalza Andrea Boraschi, campaigner di Clima e Energia di Greenpeace Italia.

Appello ai candidati alle prossime elezioni politiche affinchè rimuovano gli attuali vertici dell’Enel. Per aderire alla campagna, è possibile visitare il sito IononViVoto.org, con l'obiettivo di dimezzare la produzione elettrica da carbone entro il 2020.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Salerno: San Matteo ed il Miracolo della Manna

social

Turismo, la spiaggia di Santa Teresa su "Lonely Planet": l'annuncio del sindaco

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento