Cronaca

Il Gruppo Espresso-Finegil cede La Città di Salerno e il Centro, giornalisti in sciopero

L'Ordine regionale e sindacato della Campania vigileranno costantemente sull'attività delle nuove proprietà che dovranno garantire l'autonomia delle testate, i posti di lavoro a redattori e collaboratori

L'Ordine dei giornalisti della Campania e Sindacato unitario Sugc sono al fianco dei giornalisti del gruppo Espresso-Finegil in sciopero ed esprimono una forte preoccupazione per la vendita dei quotidiani la Città di Salerno e il Centro di Pescara, ceduti senza una preventiva informativa e senza il coinvolgimento dei giornalisti. L'Ordine regionale e sindacato della Campania vigileranno costantemente sull'attività delle nuove proprietà che dovranno garantire l'autonomia delle testate, i posti di lavoro a redattori e collaboratori e il pieno rispetto del contratto giornalistico. L'assemblea dei giornalisti de "La Città di Salerno", "a seguito della comunicazione da parte del Gruppo Espresso della cessione del ramo di azienda che edita il quotidiano", ha proclamato, "con effetto immediato, due giorni di sciopero. Pertanto, il giornale non è in edicola giovedì 8 e venerdì 9 settembre. Con effetto immediato è sospeso anche l'aggiornamento del sito Internet".

"Con la cessione de La Città di Salerno e de Il Centro di Pescara, di fatto il Gruppo Espresso - sottolinea la nota stampa - cancella la presenza dei suoi giornali locali nel Centro-Sud". L'assemblea dei giornalisti "stigmatizza inoltre le modalità della comunicazione in videoconferenza e manifesta forti preoccupazioni per il futuro della testata". Martedì prossimo 13 settembre, intanto, a Roma il Sindacato dei giornalisti abruzzesi sarà al tavolo convocato dal segretario della Fnsi, Raffaele Lorusso ed è pienamente impegnato a sostenere i colleghi in una fase che al momento si presenta densa di incognite viste le modalità con le quali è maturata questa decisione: comunicata in video conferenza a cose fatte e senza alcuna informazione circa il piano industriale. Una vicenda che vede in prima linea, quindi, la Federazione nazionale della stampa per garantire che i passaggi di proprietà delle due testate locali avvengano con ampie garanzie sul piano dell’occupazione e su quello, altrettanto importante, del pluralismo e dell’autonomia dell’informazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Gruppo Espresso-Finegil cede La Città di Salerno e il Centro, giornalisti in sciopero
SalernoToday è in caricamento