menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pisciotta, la Guardia Costiera sequestra 500 litri di gasolio

La Guardia Costiera, durante l’ispezione nei locali motori dell’imbarcazione, ha notato che il gasolio visibile dai motori era del tipico colore verde utilizzato per agricoltura e per pesca

Guardia Costiera in azione: l’Ufficio Circondariale Marittimo di Palinuro oggi ha posto sotto sequestro presso il porto di Pisciotta circa 500 litri di gasolio agricolo, utilizzato indebitamente, denunciando il responsabile per violazioni penali in materia di accise. In particolare il personale attivo nei controlli tesi a verifiche portuali, insospettito da strani movimenti presso il porto di Pisciotta, ha sottoposto a controllo un moto yacht ormeggiato presso il molo di sopraflutto.

Il gasolio

La Guardia Costiera, con il prezioso contributo del personale dell’Agenzia delle dogane di Salerno, durante l’ispezione nei locali motori dell’imbarcazione, ha notato che il gasolio visibile dai motori era del tipico colore verde utilizzato per agricoltura e per pesca. Prelevando dei campioni di gasolio per sottoporlo ad esami di laboratorio, è emerso, dunque, che si trattava di gasolio agricolo il cui utilizzo è destinato esclusivamente, per l'appunto, ad attività agricole, orticole, silvicolturali, floricole, di allevamento e di itticoltura che prevedono l’utilizzo di macchinari.

I provvedimenti

E' scattato, dunque, il sequestro del gasolio agricolo, prodotto petrolifero che gode di un particolare regime di agevolazione sulle imposte ed è stato denunciato il responsabile per presunta sottrazione all’accertamento o al pagamento dell’accisa sui prodotti energetici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento