rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Cronaca

Humanitas esclusa dal servizio di emergenza 118: "Decisione incomprensibile"

L'associazione esprime tutto il suo disappunto per l'estromissione. I legali, nel frattempo, hanno già chiesto un accesso agli atti

"Stupore e preoccupazione" fra i volontari ed il personale dell'Humanitas dopo la notizia relativa all'esclusione dell'associazione dal servizio di emergenza 118. Alla base dell'esclusione un punteggio "incomprensibile e irrispettoso del nostro quotidiano impegno". 

La nota

L'associazione, in una nota, esprime tutto il suo disappunto per l'estromissione, in merito alla quale i legali dell'Humanitas hanno già chiesto un accesso agli atti. "L’Humanitas - si legge - è stata la prima associazione ad impegnarsi nella gestione delle emergenze più di trent’anni fa arrivando finanche a gestire la centrale operativa prima dell’istituzione del numero unico 118. Allo scoppio della pandemia siamo stati i primi a mettere a disposizione le ambulanze di Biocontenimento effettuando oltre 8000 trasporti in tutta la Regione Campania, grazie alle persone eccezionali che lavorano con noi e che si sentono oggettivamente defraudate da questa incomprensibile decisione. Incomprensibile è l’unico aggettivo che ci viene in mente, perché davvero non comprendiamo come si sia potuta escludere una realtà come la nostra che ha sempre primeggiato per capacità e qualità di intervento, con un’anzianità di servizio ineguagliabile. Vederci attribuire un punteggio di 56,9 che ci relega all’ultimo posto scavalcati da siciliani, napoletani e associazioni neocostituite, non è solo incomprensibile ma anche irrispettoso del nostro quotidiano impegno". 

Accesso agli atti

Come detto, gli avvocati hanno già fatto richiesta di accesso agli atti per cercare di comprendere "quali siano le reali dinamiche che hanno portato a questo risultato sconcertante, che giunge dopo un travagliato iter procedurale che è andato avanti per oltre 20 anni tra annullamenti, ricorsi, errori di procedure ed altro". "Nel frattempo - si legge ancora nella nota - chi ne ha pagato le spese sono stati i cittadini che non hanno ricevuto un servizio di emergenza urgenza degno di questo nome come denunciato continuamente dalla stampa e dalle organizzazioni sindacali di medici ed operatori del sistema salute. E mentre il medico studia il malato muore. Probabilmente stiamo pagando lo scotto di aver cercato, con le nostre richieste, di migliorare una gestione non ottimale del servizio di Emergenza Urgenza 118 dell’Asl Salerno, come peraltro denunciato anche da altre associazioni, mettendoci sempre la faccia in prima persona, mentre il mondo intorno a noi è cambiato in maniera radicale. Le migliaia di attestati di stima e di ringraziamenti da parte dei cittadini e delle persone in stato di bisogno che ci hanno sempre visti presenti, sono il nostro orgoglio ed un dato di fatto che va al di là di ogni graduatoria e sterile burocrazia e ci spinge a non mollare, perché il nostro non è un lavoro: è una missione che richiede sacrificio, umanità e solidarietà". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Humanitas esclusa dal servizio di emergenza 118: "Decisione incomprensibile"

SalernoToday è in caricamento