rotate-mobile
Cronaca

I più importanti fatti del 2012 a Salerno e provincia

Abbiamo selezionato dieci fatti verificatisi nel 2012 a Salerno e provincia: potete leggerli in questo speciale e scegliere quello che vi ha colpito maggiormente

E' stato un 2012 ricco di fatti, alcuni piacevoli altri meno, quello che si avvicina alla conclusione e che Salerno Today ha raccontato giorno per giorno. Se siamo qui a raccontare l'anno che se ne va vuol dire che, per fortuna, non c'è stata alcuna fine del mondo (apocalisse o meno che fosse) con buona pace dell'ormai famoso calendario Maya. E' stato un anno caratterizzato purtroppo da numerose vittime sulle strade e in incidenti sul lavoro, è stato un anno caratterizzato dalle vicende Crescent e Cstp. Tra gli innumerevoli fatti verificatisi a Salerno e provincia abbiamo deciso di selezionarne dieci e di riportarli qui di seguito.

ambulanza_original-2-2-2 DUPLICE OMICIDIO AD ALBANELLA

Il 2 gennaio 2012 una tragedia scuote la cittadina di Albanella, nella piana del Sele. Un uomo e una donna, conviventi, vengono uccisi a coltellate nella loro dimora nella frazione Fravita - Matinella. Armando Tomasino e Maria Lamberti, trucidati a coltellate e con incredibile ferocia, vengono ritrovati ormai senza vita da uno dei figli della donna che era tornato a casa intorno alla mezzanotte. La comunità della cittadina della piana del Sele viene profondamente scossa: lui aveva tre figli, lei due, tutti frutto di precedenti relazioni sentimentali.

vigili del fuoco notte-2

INCENDIO A VALLO DELLA LUCANIA, DUE MORTI

Vallo della Lucania, 8 febbraio 2012: Guerino e Vito D'Agosto, padre e figlio, muoiono a causa di un incendio sprigionatosi nella loro abitazione situata in via Botteghelle, zona Angellara della città. La tragedia strappa rabbia e commozione ai concittadini dei due, molto conosciuti nella zona. Vito, il figlio, era molto noto nella città di Vallo della Lucania sia per la sua passione per il calcio (tifoso delle squadre locali) sia per la sua opera di volontariato con gli anziani. Grande commozione il giorno dei funerali con il sindaco Antonio Aloia che ha decretato il lutto cittadino.

ambulanza--2-3 VIA ANTONIO PETRONE, CROLLA UNA IMPALCATURA: MORTA UN'ANZIANA

Salerno, 26 aprile: una donna di 82 anni muore mentre si appresta a rientrare a casa dopo aver fatto la spesa al supermercato a causa del crollo di un'impalcatura in via Antonio Petrone. L'impalcatura serviva per i lavori di ristrutturazione di un palazzo della zona. La donna riporta gravi ferite nell'incidente e viene subito soccorsa dagli uomini del 118 e portata all'ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona di Salerno, dove però purtroppo muore poco dopo il ricovero.

elezioni_5_original-2 ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2012, VENTOTTO COMUNI AL VOTO

Il 6 e 7 maggio 2012 ventotto comuni della provincia di Salerno vanno al voto per rinnovare il consiglio comunale. I centri più grandi (Nocera Inferiore, Agropoli e Capaccio) vedono rispettivamente la vittoria di Manlio Torquato (al ballottaggio), la conferma di Franco Alfieri e la vittoria del candidato Italo Voza. A Nocera Inferiore Manlio Torquato vince nuovamente le elezioni, nuovamente al ballottaggio, ad un anno di distanza dalle comunali del 2011: il sindaco fu poi sfiduciato in occasione del primo consiglio comunale dalla maggioranza di centro destra.

cantiere-2 MICHELE VECCHIO MORTO IN UN INCIDENTE SUL LAVORO

Michele Vecchio, il 5 giugno, muore in un incidente sul lavoro a Padula, nel vallo di Diano: l'uomo resta incastrato tra due lastre nella fabbrica di lavorazione del marmo presso la quale era collocato come operaio. A dare l'allarme, non vedendolo rientrare a casa per il pranzo, la figlia dell'uomo: inutili i tentativi di soccorso, per il 52enne nulla da fare. La tragedia di Michele Vecchio a Padula non è stata purtroppo l'unica in provincia di Salerno: solamente a giugno 2012 sono state sei le vittime in incidenti sul lavoro.

Salerno Calcio - Monterotondo 4-2 SALERNO CALCIO IN LEGA PRO

Stadio Arechi, 6 maggio 2012: il Salerno Calcio di Claudio Lotito e Marco Mezzaroma, nato dalle ceneri della Salernitana di Antonio Lombardi, fallita nel 2011, batte il Monterotondo per 3 a 1 nell'ultima giornata del campionato di serie D, si piazza al primo posto e centra la promozione in Lega Pro Seconda Divisione, abbandonando i dilettanti. E' solamente il primo passo di un 2012 importante per la Salerno calcistica: successivamente Lotito e Mezzaroma riprendono la denominazione Salernitana, il colore granata e l'ippocampo, storico simbolo della squadra. La squadra è anche campione d'inverno nel campionato di Seconda Divisione.

Salerno Calcio - Monterotondo festeggiamenti (shots LIRA TV)

sub-2 PALINURO, QUATTRO SUB MORTI NELLA GROTTA DEL SANGUE

Palinuro, 30 giugno 2012: una tragedia sconvolge la rinomata località turistica del golfo di Policastro. Quattro sub (Susy Cavaccini, Rizzo Douglas, Analotis Telios e Andrea Petroni) muoiono dopo essere rimasti intrappolati, durante un'escursione, nella Grotta del Sangue, meta abituale di appassionati di immersioni. I quattro facevano parte di un gruppo che aveva appunto organizzato una immersione nel noto complesso speleologico sottomarino ma sono purtroppo rimasti bloccati a differenza degli altri che hanno invece guadagnato la superficie dell'acqua.

Franco-Mastrogiovanni-e1312818502975-300x217-2 PROCESSO MASTROGIOVANNI, CONDANNATI SEI MEDICI

Vallo della Lucania, 31 ottobre: sei medici dell'ospedale San Luca vengono condannati in primo grado, con pene tra i 2 e i 4 anni, per la morte del maestro elementare Franco Mastrogiovanni, morto nel nosocomio vallese in seguito ad un TSO il 4 agosto del 2009. La vicenda giudiziaria si era riaperta in seguito alla pubblicazione, sul sito de L'Espresso, del video integrale delle telecamere di sorveglianza dell'ospedale, che avevano ripreso tutte le fasi del ricovero del maestro elementare dal 31 luglio al 4 agosto 2009, giorno della morte.

viaporzio-2 OMICIDIO VIA PORZIO RIONE PETROSINO

Via Porzio, Salerno, 22 novembre: Assunta Bova viene uccisa a coltellate dal figlio 40enne Vincenzo Aulisio, probabilmente al culmine di un raptus. Il brutale omicidio sconvolge il quartiere nel quale la donna viveva, il rione Petrosino: l'anziana, 77 anni, era molto conosciuta nella zona, così come il figlio omicida. E' lo stesso autore del delitto ad avvisare i carabinieri. I militari, all'arrivo, si trovano davanti una scena agghiacciante: la donna è infatti nel suo letto in una pozza di sangue. Il figlio 40enne viene tratto in arresto dagli inquirenti.

Luci 2012 - 38-2 LUCI D'ARTISTA 2012, L'ACCENSIONE

Salerno, 3 novembre 2012: alla villa comunale, alla presenza dell'attore Michele Placido, il sindaco Vincenzo De Luca dà ufficialmente il via all'edizione 2012 di Luci d'Artista, l'evento che da diversi anni attira in città numerosi turisti e visitatori. Non mancheranno certo i disagi causati dal traffico veicolare nonostante i provvedimenti dell'amministrazione. In seguito il primo cittadino "accenderà" le luminarie nella zona orientale e l'albero di Natale in piazza Portanova.

Accensione Luci d'Artista 2012 FOTO SALERNO TODAY

Luci d'Artista 2012 Villa comunale - FOTO SALERNO TODAY

Luci d'Artista 2012 Centro - FOTO SALERNO TODAY

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più importanti fatti del 2012 a Salerno e provincia

SalernoToday è in caricamento