Igiene e verde pubblico, la risposta di Caramanno: "Segnalazione all'Asl"

Igiene, verde pubblico, insetti non meglio identificati, deiezioni canine, alberi rigogliosi al punto da bussare alle finestre. Sulla scrivania dell'assessore comunale all'ambiente fioccano le segnalazioni dei cittadini

Igiene, verde pubblico, insetti non meglio identificati, deiezioni canine, alberi rigogliosi al punto da bussare alle finestre. Sulla scrivania di Angelo Caramanno, assessore comunale all'ambiente, ci sono segnalazioni dei cittadini. "Non restano inevase - esordisce l'assessore - Raccogliamo, monitoriamo, segnaliamo a nostra volta".

Le iniziative

Bisogna sollecitare la disinfestazione, avvistiamo calabroni grandissimi, sono molto pericolosi”, avevano scritto alcuni residenti in zona Carmine, rivolgendosi alla nostra redazione. C'era stato anche l'appello del comitato di quartiere San Francesco, attraverso Laura Vitale: "Ci interessa ricevere rassicurazioni dall'Asl circa la natura e la potenziale pericolosità dell'insetto segnalato e circa la disinfestazione nella zona Carmine: tra blatte, larve e topi, all'orizzonte si scorge una calda estate".

La replica

"Noi segnaliamo all'Asl ogni tipo di vicenda che riguarda l'igiene pubblica - ha detto Caramanno - Verifichiamo a più riprese che tutto sia ok. Con l'Asl c'è un filo diretto. Quando la problematica si ripropone, segnaliamo di nuovo e ricontrolliamo. E' l'Asl, com'è noto, l'interlocutore dell'amministrazione ma anche l'organismo deputato ad intervenire, su nostra sollecitazione. Abbiamo un piano di manutenzione straordinaria del verde pubblico e lo portiamo avanti. Come ho più volte rimarcato, la pioggia di maggio e l'impovvisa esplosione di caldo hanno ovviamente favorito la crescita esponenziale di vegetazione che stiamo provvedendo a contenere, attraverso interventi congiunti in tutti i quartieri, in periferia come nel centro cittadino. Ci segnalano nuove difficoltà in zona Carmine e prendiamo nota".

Le deiezioni canine

Non solo insetti e disagi ma anche l'inciviltà dei padroni dei cani che non raccolgono i bisogni del proprio amico a quattro zampe. C'è chi propone di recintare alcune aiuole - difficoltà segnalate nei pressi del faro della giustizia - se non si riesce a stroncare sul nascere questa cattiva abitudine che impatta non solo sul decoro urbano ma anche sull'igiene pubblica. "Recintare la città non mi sembra conveniente - ribatte Caramanno - dovremo piuttosto continuare a perseguire ed a multare chi è incivile e compie azioni sbagliate".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La treccia dorata di Melissa consegnata ai genitori: fissati i funerali della 16enne, i primi riscontri degli esami

  • Tragico incidente a Baronissi: morto un 21enne, un arresto per guida in stato di ebbrezza

  • Agropoli, rubata la salma di Pasquale Picariello: familiari sotto choc

  • Melissa, è il giorno del dolore: i compagni cambiano l'aula

  • Incidente mortale a Baronissi, il ragazzo che guidava interrogato dal gip: "Non ricordo nulla"

Torna su
SalernoToday è in caricamento