rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

La scoperta: l'elisir di lunga vita tra i geni degli ultracentenari del Cilento

Lo riporta La Stampa: Thomas Perle dell'Università di Boston, a capo del New England Centenarian Study ha analizzato le caratteristiche di decine di ultracentenari

La sensazione già aleggiava nell'aria ed ora giunge la conferma: l’elisir di lunga vita che si chiama Foxo3A, dal nome del gene che regola il metabolismo ossidativo riducendo i dannosi radicali liberi, è stata trovato in alcuni ultracentenari del Cilento, dell’Ogliastra e pure della zona di Okinawa. Lo riporta La Stampa: Thomas Perle dell’Università di Boston, a capo del New England Centenarian Study ha analizzato le caratteristiche di decine di ultracentenari. Oltre al gene ci sarebbero altri indicatori comuni ai più vecchi della Terra, come l’assenza delle patologie più comuni negli anziani: "Gli attacchi di cuore e gli ictus sono rarissimi. Il diabete e il Parkinson praticamente non esistono. In una metà dei casi si sono trovate tracce di osteoporosi, più diffusa è la cataratta", come si legge sull'articolo.

Secondo l’Onu che tiene monitorata la situazione, una persona su nove ha più di 60 anni, pari a 810 milioni di individui su sette miliardi di popolazione mondiale, con un incremento di 200 milioni di unità l’anno, che porterà tra appena 15 anni ad avere più over sessanta che teenager. Intanto, il Cilento resta luogo privilegiato per allungare la vita: pare avesse ragione Ancel Keys, professore dell’università del Minnesota che per conservare così a lungo la sua salute si trasferì a Pioppi. Morì a 101 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La scoperta: l'elisir di lunga vita tra i geni degli ultracentenari del Cilento

SalernoToday è in caricamento