Il salernitano Giuseppe Blasi rieletto presidente regionale dell’Ucsi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Si è svolto a Napoli il congresso regionale dell’UCSI (Unione Cattolica Stampa Italiana) della Campania per il rinnovo delle cariche statutarie. Il salernitano Giuseppe Blasi (nella foto) è stato confermato all’unanimità presidente regionale per il prossimo quadriennio 2016-2020. Ai lavori congressuali ha partecipato il presidente nazionale dell’UCSI Andrea Melodia.

“L’Ucsi -ha affermato Blasi- è un piccolo, grande patrimonio di valori umani e professionali. L’informazione, nel nostro Paese, da almeno venti anni, è un motore ingrippato. Etica e comunicazione devono essere campi da seminare e coltivare costantemente. Diciamo la verità: nella nostra società i valori risultano spesso ospiti scomodi. L’Ucsi ci può aiutare a riscoprire, riconoscere e accarezzare quelli veri. E per farlo dobbiamo saper osare, saper guardare lontano nel segno dell’amicizia, quella vera, immediata, senza calcolo. L’amicizia è parola evangelica e parola laica. Appassioniamoci alla ricerca del nuovo, del bello. Lasciamoci mettere in crisi dai valori credibili, quelli della nostra Chiesa. Occorre fare grandi sogni, per fare piccoli passi. Ma -ha aggiunto Blasi-sono i piccoli passi che ci aiutano ad incontrare il futuro. Non si va lontano se non si  ha un’idea del futuro. Non si va lontano se non si vivono valori veri. La comunicazione, se svolta in modo corretto, può aiutarci ad incontrare il futuro. Sia chiaro: non si fa buona informazione per migliorare l’umanità, ma una buona informazione migliora l’umanità. Le cariche statutarie -ha concluso Blasi- sono percorsi burocratici. L’Ucsi ama tenere insieme le persone, non a dividerle”.

Torna su
SalernoToday è in caricamento