Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca Centro

Circonvenzione di incapace ed appropriazione indebita: nei guai un medico

A sporgere la denuncia, la nipote della donna. Il notaio dell'agro sarnese, che redisse il testamento pubblico, è accusato di falso in atto pubblico

Due immobili sono stati sequestrati a Maiori dai militari del nucleo di polizia tributaria e della sezione di polizia giudiziaria delle fiamme gialle presso la Procura della Repubblica di Salerno. Come riporta La Città, i due immobili sono intestati ad un medico del posto che secondo il decreto di sequestro preventivo disposto dal gip del tribunale di Salerno è accusato di circonvenzione di incapace ed appropriazione indebita.

Il professionista si sarebbe impossessato dei due immobili approfittando dello stato di infermità psichica di una anziana signora (classe 1927), poi deceduta. All'indagato era stato richiesto dai parenti dell'anziana donna di assistere la loro congiunta. Secondo l'accusa, il medico avvalendosi della complicità di altri soggetti, tra i quali un notaio dell'agro sarnese, era riuscito a farsi nominare dalla donna erede universale estromettendo dall'asse ereditario tutti gli eredi legittimi. A sporgere la denuncia, la nipote della donna. Il notaio dell'agro sarnese, che redisse il testamento pubblico, è accusato di falso in atto pubblico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Circonvenzione di incapace ed appropriazione indebita: nei guai un medico
SalernoToday è in caricamento