Baronissi, inaugurazione casa della musica "Francesco Giordano"

L'inaugurazione avrà luogo il 4 gennaio a Sava

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Francesco Giordano, il giovane 28enne di Sava morto nel 2003 dopo aver perso la battaglia contro la leucemia, continuerà a vivere nella memoria collettiva del proprio paese.

Porta il suo nome il Centro Polifunzionale e Casa della Musica che verrà inaugurato mercoledì 4 gennaio, alle 18.30, alla presenza del sindaco Giovanni Moscatiello, dell’amministrazione comunale e della famiglia del giovane. Una dedica particolare, sentita dall’intera comunità di Sava e voluta dal consigliere comunale Loretta De Sio.

"Si avvera il sogno di Francesco: dare alla comunità di Sava uno spazio aggregativo. E’ un gesto vero condiviso da tutti – sottolinea – avevamo intenzione di dedicargli questa struttura che, dopo anni di abbandono, abbiamo riportato alla luce e che, ora, consegniamo alla frazione di Sava ed a tutta la città. Francesco è stato uno dei fondatori del carro di Carnevale, era attivo nel sociale, era e resta un esempio per tanti giovani che vivono il quotidiano".

La struttura è composta da uno spazio aggregativo e da una sala prove che sarà a disposizione dei gruppi musicali di Baronissi. Le band avranno, dunque, uno spazio autogestito dove poter suonare e comporre musica.

Torna su
SalernoToday è in caricamento