menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
via magnone - inaugurazione

via magnone - inaugurazione

Taglio del nastro a via Magnone: strada nuova, problema vecchio

Si rischia l'impatto con i veicoli che provengono da via Irno. Assessore De Maio: "Rampa Anas non a norma. Servono interventi urgenti di viabilità"

Una passeggiata-sopralluogo e sullo sfondo l'eco della prima frenata, per fortuna senza conseguenze. Sull'asfalto di via Magnone, pochi minuti prima dell'inaugurazione dell'importante strada di collegamento con Brignano, l'assessore alla mobilità, Mimmo De Maio, e il sindaco di Salerno Enzo Napoli hanno parlato fitto. "La rampa non è a norma - così l'assessore al sindaco - qui l'incidente stradale è all'ordine del giorno". Concetto ripetuto da De Maio alla stampa, pochi minuti dopo. Il nuovo tratto stradale collega l'uscita della tangenziale di Salerno con il nuovo insediamento abitativo, 55 appartamenti e 67 garage. E' un'opera strategica e diventerà maestosa in futuro, grazie al collegamento con il Parco Terme D'Agostino.Ci sono parcheggi, c'è verde pubblico. Via Magnone si raggiunge facilmente dalle uscite della tangenziale "Petrosino-Irno" o dalla sottostante via Irno, subito dopo il passaggio a livello ferroviario. Ed è a questo punto che il tema urbanistico incrocia quello della viabilità, da correggere in tempi rapidissimi. Le fotografie scattate a via Magnone, poco prima della conferenza di presentazione alla stampa, documentano meglio di mille parole: lo stop all'uscita della tangenziale va indietreggiato di una decina di metri perché si rischia l'impatto tra i veicoli che salgono da via Irno e quelli che scendono da via Magnone. Il pericolo è costante, giornaliero "e non è una novità", aggiunge l'assessore De Maio, perché noi segnaliamo da tempo.

L'automobilista che percorre la tangenziale e la lascia all'uscita "Irno" è portato a seguire la traiettoria della strada, stringe verso sinistra ma in questo modo si immette contro mano rischiando l'impatto frontale con chi proviene da via Irno. Inoltre rischia di non rispettare lo stop e quindi può scontrarsi con i i veicoli che provengono da via Magnone, sulla sua destra. Che fare? Come intervenire? "C'è necessità di intervenire immediatamente - così l'assessore alla viabilità, De Maio - concordando immediatamente un intervento con l'Anas. Bisogna spostare lo stop e farlo indietreggiare. L'ipotesi risolutiva sarà poi la sistemazione della rotatoria". A margine della conferenza d'inaugurazione del tratto di strada strategico perché consente il collegamento con Brignano, De Maio e il sindaco Napoli che ha parlato di "opera strategica che si unisce a quella del Rione Petrosino" e di "1 miliardo inviato dalla Regione, da spendere senza lasciare neppure un euro", si sono trattenuti in compagnia dell'ingegnere Pierri che ha realizzato il complesso residenziale di via Magnone. E' già partita una richiesta all'Anas, affinché autorizzi la chiusura straordinaria per due giorni della rampa e quindi dell'uscita della tangenziale "via Irno".  Questo lasso di tempo servirà ad indietreggiare lo stop, tagliare l'erba, predisporre adeguata segnaletica orizzontale e verticale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento