menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Brucia la provincia, roghi nelle due costiere: chiusa la strada Amalfitana

I vigili del fuoco sono intervenuti a Perdifumo, dove sono andate distrutte anche le linee elettriche e telefoniche, ma anche ad Agropoli, Laureana Cilento, Pisciotta e Ogliastro

Brucia la provincia di Salerno. Dall’Agro al Cilento passando per la Costiera Amalfitana le fiamme continuano a bruciare migliaia di ettari di vegetazione provocando una serie di danni ambientali. Nelle ultime ore due roghi sono si sono verificati a Perdifumo, dove sono andate distrutte anche le linee elettriche e telefoniche, mentre altri sono esplosi ad Agropoli, Laureana Cilento, Pisciotta e Ogliastro. 

Alle prime luci dell’alba i vigili del fuoco sono intervenuti anche in Costiera Amalfitana, precisamente a Capo d’Orso, Vettica di Amalfi e Conca dei Marini, dove alcuni incendi, di medie dimensioni, hanno provocato delle piccole frane, che hanno costretto le forze dell’ordine a chiudere momentaneamente la Strada Statale Amalfitana 163, tra Maiori e Minori, che dovrebbe essere riaperta in mattinata. 

Sono in corso le operazioni di spegnimento da parte dei Vigili del fuoco dell’incendio che sta interessando i costoni della strada statale 163. Oltre al tratto compreso tra Maiori e Cetara, è chiuso al traffico anche il tratto tra Colli Di Fontanelle/Innesto Ss145 Sorrentina e Positano tra i  km 7,000 e 9,000. Sul posto sono presenti le squadre Anas e le Forze dell’ordine per la gestione della circolazione e le deviazioni sulla viabilità locale. E' caccia ai piromani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Punta Campanella: avvistato un esemplare di balena grigia

  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento