menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Incendio alla Nappi Sud

Incendio alla Nappi Sud

Rogo alla Nappi Sud di Battipaglia: le reazioni dei politici

Interventi di Iannone, Braga, Fasano, Casciello: richiesta di istituzione della commissione ecomafie, verifica dei danni ambientali e caccia ai responsabili

"Caccia ai responsabili e verifica immediata dei danni ambientali". Dopo il rogo alla Nappi Sud di Battipaglia, è stata immediata la reazione delle istituzioni. I politici salernitani non sono rimasti a guardare. Il Senatore di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone, ha dichiarato: “La città di Battipaglia e l’intera Piana del Sele hanno pagato un prezzo altissimo alle scelte del passato in materia di rifiuti. Vanno immediatamente accertate le cause dell’ultimo rogo, perché non è più possibile esporre la salute dei cittadini a nuovi rischi. Anche le produzioni agricole d’eccellenza vanno tutelate. Confido in indagini accurate della Magistratura e delle Forze dell’Ordine".

Commissione ecomafie

Ecco il commento dell’Onorevole Chiara Braga, deputata comasca e capogruppo PD in VIII Commissione Ambiente a Montecitorio, già presidente della Commissione Ecomafie nella passata Legislatura: “Ancora un disastro a Battipaglia, nei pressi di Salerno, ai danni di un’azienda impegnata nel trattamento di rifiuti, la “Nappi sud”, una delle più importanti del Meridione. In tre anni si contano oltre 260 incendi. Quasi 90 all’anno, più di uno a settimana, secondo i numeri della relazione 2018 della Commissione parlamentare d’inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti. Mi auguro che di fronte a questo fenomeno grave e dannoso per cittadini, imprese oneste e ambiente, il Ministro Costa riferisca in Parlamento. Camera e Senato non siano insensibili alla questione, procedendo velocemente alla istituzione della Commissione parlamentare d'inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti".

Interrogazione parlamentare

"L’incendio sviluppatosi questa notte all’interno dell’azienda Nappi Sud di Battipaglia rappresenta un episodio allarmante e sul quale urge fare chiarezza. Presenterò un’interrogazione parlamentare ai ministri competenti per approfondire e capire la dinamica del rogo". Così il parlamentare e coordinatore provinciale di Forza Italia, Enzo Fasano in merito all’incendio divampato questa notte. "Sono molto preoccupato  - prosegue -  a distanza di un anno Battipaglia è costretta a subire il secondo incendio sviluppatosi all’interno di una fabbrica di rifiuti. Oltre al danno materiale, vanno considerate le possibili ricadute sanitarie che potrebbero interessare non soltanto il territorio battipagliese ma anche quelli limitrofi. Nell’attesa che venga appurata la natura del rogo e che forze dell’ordine e magistratura facciano chiarezza su quanto accaduto, formalizzerò un’interrogazione parlamentare ai ministri competenti perché siano adottati tutti i provvedimenti urgenti per scongiurare il ripetersi di simili eventi".

La conta dei danni

"L’incendio sviluppatosi all’interno dell’azienda Nappi Sud di Battipaglia preoccupa e impone senza dubbio una riflessione sulle responsabilità e sui ritardi accumulati dalla Regione Campania in merito all’applicazione del Piano regionale dei rifiuti e sulle intenzioni della Giunta regionale della Campania di far governare il sistema dei rifiuti ai privati, considerando le comunità locali solo come luoghi dove far sversare rifiuti e facendo sopportare ai cittadini di Battipaglia un enorme carico ambientale". A ribadire la posizione di Forza Italia sul disastroso incendio che ha colpito ieri la città della Piana del Sele è l’Onorevole Gigi Casciello. "Il primo passo da compiere è il monitoraggio da parte delle autorità sanitarie locali, attraverso rilievi e campionamenti per la salvaguardia della salute della popolazione. Attendiamo, inoltre, i risultati dei rilievi Arpac e l’esito delle indagini delle Forze dell’Ordine e della Magistratura per capire la natura dell’incendio. Destano preoccupazione il ripetersi di questi incendi in questo tipo di aziende e le notizie relative alla ipotesi di natura dolosa di questo rogo". Anche Casciello annuncia una interrogazione parlamentare "per mettere al corrente il neo Ministro Costa, al quale chiediamo ovviamente un intervento per la verifica di tutte le autorizzazioni e dei danni causati all’ambiente e alla salute".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento